prefettura. COVID, A PRATO RAFFORZATE LE MISURE DI VIGILANZA E CONTROLLO

La dottoressa Matarrese: “Quadro preoccupante sulla situazione dei contagi e dei malati”. Nell’ultima settimana sono stati effettuati 2414 controlli a persone e 900 ad attività

Il prefetto Gogode

PRATO. Nel pomeriggio di ieri si è tenuta — in modalità da remoto — una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto di Prato Adriana Cogode, con la partecipazione dei vertici locali delle Forze di Polizia, del Presidente e dei Sindaci della Provincia, del Direttore dell Ospedale Santo Stefano di Prato, nonché dei rappresentanti delle associazioni delle categorie imprenditoriali.

L’incontro odierno fa seguito ad una riunione del medesimo organismo, svoltasi nella mattinata di sabato 6 marzo, nel corso della quale sono state esaminate le criticità legate all’aumento dei contagi e dei ricoveri in ospedale, connessi specialmente alla diffusione delle varianti del virus, e, secondo analoghe intese tra Sindaci e Presidente della Provincia, si è preso atto della necessità di provvedimenti sindacali urgenti volti ad un’intensificazione delle misure di prevenzione sanitaria.

Il Sindaco di Prato, in particolare, ha adottato un’ordinanza che vieta lo stazionamento, dalle ore 16.00 alle ore 20.00 dei giorni di venerdì, sabato e domenica, in alcune vie del centro nelle quali, nei giorni scorsi, si sono registrati assembramenti, soprattutto in prossimità di esercizi pubblici.

In quella seduta il Prefetto ha disposto il rafforzamento delle misure di vigilanza e controllo attraverso la definizione di un piano particolarmente incisivo nei giorni dedicati alle predette misure, prevedendo, unitamente alle Forze dell’Ordine, il concorso delle Polizie Municipali. Con riferimento a ciò, il Questore ha adottato apposita ordinanza a seguito di una pianificazione tecnico-operativa dell’impiego delle Forze di Polizia.

Prefettura di Prato

Nell’incontro di ieri sono state altresì coinvolte le rappresentanze delle organizzazioni di categoria e il Direttore dell’Ospedale Santo Stefano di Prato, la Dott.ssa Daniela Matarrese. Quest’ultima ha rinnovato all’attenzione del tavolo un quadro preoccupante sulla situazione dei contagi e dei malati, tenuto conto della recrudescenza del rischio epidemiologico legato, in particolare, alle varianti del virus.

In relazione a tanto, il Prefetto ha invitato le associazioni di categoria a rivolgere ai propri aderenti opportune e ferme indicazioni sul rigoroso rispetto delle norme anti-covid, assumendo anche iniziative, laddove necessario, di ulteriore rafforzamento delle misure stesse, rispetto alle quali occorrerà assicurare massima vigilanza.

Riguardo ai controlli, il Prefetto ha altresì evidenziato come sia stato sinora predisposto un massiccio intervento delle risorse disponibili.

A titolo esemplificativo, nell’ultima settimana sono stati effettuati 2414 controlli a persone e 900 ad attività. Si è conclusivamente convenuto un aggiornamento dell’incontro — sempre nella settimana corrente, al fine di realizzare un attento monitoraggio sull’andamento del fenomeno.

[sannino – prefettura di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email