prefettura. ESTESO IL PROTOCOLLO D’INTESA “MILLE OCCHI SULLA CITTÀ”

Il protocollo prevede il coinvolgimento delle 179 guardie giurate operanti sul territorio della Provincia pistoiese per una rinnovata collaborazione e sinergia tra gli Istituti di Vigilanza, le Forze dell’Ordine e le Polizie Municipali
Il prefetto e i rappresentanti dei Comuni aderenti

PISTOIA. L’11 aprile, il Protocollo d’Intesa “Mille occhi sulla città”, a cui inizialmente avevano aderito i comuni di Pistoia e Montecatini Terme è stato esteso anche dai comuni di Agliana, Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio, Larciano, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montale, Pescia, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese, Quarrata, Serravalle Pistoiese, e Uzzano.

Il Protocollo è stato sottoscritto dal Prefetto di Pistoia, dai Sindaci dei Comuni sopraindicati nonché dai responsabili degli Istituti di Vigilanza in attività nel territorio della provincia, alla presenza del Questore, del Comandante provinciale dei Carabinieri, del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza e del Comandante della Sezione della Polizia Stradale di Pistoia.

La nuova prefettura

Il protocollo prevede il coinvolgimento delle 179 guardie giurate operanti sul territorio della Provincia pistoiese per una rinnovata collaborazione e sinergia tra gli Istituti di Vigilanza, le Forze dell’Ordine e le Polizie Municipali. Grazie all’intesa sottoscritta sarà dunque attivato un sistema strutturato di segnalazione delle attività ritenute sospette mediante l’uso di procedure operative standardizzate e di adeguata strumentazione tecnologica.  In questo modo saranno coinvolte nel sistema di vigilanza, a supporto del Piano di Controllo Coordinato del Territorio, le Guardie giurate che, nell’esercizio delle loro mansioni professionali — specialmente durante le ore notturne — potranno tempestivamente fornire alle Forze dell’Ordine notizie qualificate di situazioni sensibili che necessitano di un pronto intervento come, ad esempio, la presenza di mezzi di trasporto o di persone sospette, l’eventuale fuga di persone dal luogo del delitto, il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti (specie in prossimità di giardini pubblici e di locali come discoteche, pub e altri luoghi di ritrovo) nonché le situazioni particolarmente significative riferite alle aziende vivaistiche (movimenti e presenze sospette).

A tal fine, è altresì prevista una specifica attività di formazione del personale degli Istituti di vigilanza aderenti da parte delle Forze di Polizia, grazie alla quale sarà possibile migliorare ulteriormente la capacità operativa e di cooperazione delle Guardie giurate coinvolte nel progetto.

[prefettura di pistoia] 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email