PREMIO “FERRUCCIO 2016”, IL VINCITORE È GIORGIO PETRACCHI

Premio Ferruccio 2016
Premio Ferruccio 2016

SAN MARCELLO. Il vincitore della prima edizione del premio “Ferruccio 2016” è Giorgio Petracchi, presidente del Comitato pistoiese per la promozione dei valori risorgimentali.

Il premio, costituito da una targa con arme del casato dei Ferrucci e firma del condottiero, è stato istituito dal Rotary Club Firenze Michelangelo insieme al suo club satellite Francesco Ferrucci, nato da poco in Montagna Pistoiese. La cerimonia di conferimento a Giorgio Petracchi si è svolta nella sala del Gonfalone di Palazzo Panciatichi a Firenze ed è stata celebrata dal presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani insieme a Barbara Cardinali, presidente del Rc Firenze Michelangelo.

Presenti anche gli esponenti dell’associazionismo culturale della Montagna Pistoiese, di Firenze e l’assessore alla cultura del Comune di San Marcello Alice Sobrero che ha presieduto la commissione per l’individuazione del vincitore e patrocinato l’iniziativa insieme anche al Comune di Firenze e alla Regione Toscana.

Giorgio Petracchi viene premiato per gli alti traguardi culturali conseguiti nella sua carriera di studioso ricercatore e di docente in ambito accademico come storico contemporaneista e non solo. È stato premiato anche per il suo ruolo di presidente del comitato pistoiese per la promozione dei valori risorgimentali, ambito di ricerca e divulgazione storica ai quali Petracchi si è nel tempo dedicato con passione e, in particolar modo, allo studio della città di Pistoia durante le fasi rivoluzionarie dell’800. Inoltre, il premio è stato conferito per l’interessante e prezioso progetto da lui ideato sulla Gavinana del 1847, la Gavinana del Risorgimento.

Infatti, se possiamo parlare di una Gavinana del Risorgimento lo dobbiamo proprio grazie alla figura del Ferrucci che tornò con le sue gesta in auge in quel momento storico e nell’800 assurse a simbolo di libertà repubblicana rivendicata fino alla morte. La memoria di Francesco Ferruccio condottiero della repubblica fiorentina nel Rinascimento rappresentò a metà dell’800 una ripresa di coscienza. Fu simbolo epico per una consapevolezza che partecipò a motivare la parte più attenta e sensibile di una generazione capace di contribuire, anche a prezzo della propria vita, alla concretizzazione di un ideale, quello dell’unità politica.

Un commento dell’assessore Sobrero: “È un privilegio poter conferire allo studioso Giorgio Petracchi il Ferruccio 2016, che di Francesco Ferrucci ne ha indagato un ambito storico assai particolare, gli itinerari risorgimentali in cui Gavinana veniva scelta dai giovani come meta di pellegrinaggio laico alla ricerca di un’ identità nazionale unitaria. Ringrazio il Rotary Club Firenze Michelangelo per aver istituito il premio a lui intitolato e la presidenza del Consiglio regionale della Toscana per aver concesso lo spazio e condiviso questo momento celebrativo della nostra storia e della memoria del territorio della Montagna Pistoiese nell’ambito delle celebrazioni per l’indipendenza della Toscana”.

[sobrero – comune san marcello pistoiese]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento