«PRINCIPIO EQUO MA TEMPI PREMATURI»

luca santucci
Luca Santucci

SERRAVALLE-CASALGUIDI. “La tariffazione puntuale pura per il pagamento dello smaltimento dei rifiuti è il metodo più giusto ed equo: su questo principio non abbiamo mai avuto dubbi. L’Amministrazione di Serravalle Pistoiese è assolutamente d’accordo con il principio secondo il quale più “Chi più inquina, più paga”. Adesso il Pdl di Serravalle Pistoiese ci vuol far apparire contrari e si erge a paladino della raccolta differenziata, ora che è semplice salire sul carro dei vincitori, dopo averla osteggiata fino all’inizio” sottolinea l’Assessore all’Ambiente, Luca Santucci.

Durante l’ultimo consiglio comunale (lunedì 16 giugno) è stato rigettato a maggioranza l’ordine del giorno presentato dal Pdl sulla istituzione della tariffazione puntuale per la tassa sulla raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani: “Mi ha sorpreso vedere questo ordine del giorno presentato dal Pdl, del quale ricordo le battaglie contro la raccolta differenziata. Oggi, invece, vorrebbe andare addirittura oltre e proporre l’introduzione di una tariffazione puntuale pura” commenta Santucci.

L’Assessore Santucci spiega le molteplici ragioni per le quali si ritengono prematuri i tempi per l’introduzione della tariffazione puntuale pura a Serravalle Pistoiese: “Scegliere di cambiare tariffazione quest’anno avrebbe significato, anzitutto cambiare per il terzo anno consecutivo metodo di tariffazione, generando sicuramente confusione e disorientamento nei nostri cittadini. Inoltre – sottolinea – la mancata estensione del Pap (porta a porta) nei territori vicini aumenterebbe la migrazione dei rifiuti. Purtroppo ci sono ancora molte persone che, forse anche complice la crisi economica, tendono “a risparmiare” se possono. Tra l’altro, un comportamento del genere avrebbe ulteriori effetti, ad esempio creerebbe una forte incertezza economica sulla parte corrente del bilancio comunale, con tutte le conseguenze del caso. Infine – dice Santucci – non ci è sembrato giusto introdurre troppe novità ora, consci dell’imminente arrivo del nuovo gestore unico dei rifiuti, il quale, a sua volta, introdurrà modifiche e cambiamenti che non possiamo prevedere”.

Santucci ripercorre poi le tappe dell’introduzione del Pap a Serravalle Pistoiese: “È stata la precedente Amministrazione che ha coraggiosamente introdotto la raccolta differenziata, sulla quale ci abbiamo creduto fin dall’inizio, in tempi non sospetti, nel 2011 – ricorda Santucci –. Gli anni successivi, l’impegno dei cittadini ha permesso a Serravalle Pistoiese di raggiungere, in un solo anno, un livello del 90% dei rifiuti differenziati. Un successo per il quale è stato ottenuto più di un riconoscimento, come quello di “Comune Riciclone”.

Purtroppo, i benefici in bolletta sono venuti meno con l’introduzione, per scelta del governo centrale, della Tares. Da quest’anno, però, con la nuova tariffazione (Tari), abbiamo potuto introdurre correttivi e agevolazioni e le prossime bollette saranno più leggere”. Infine, l’Assessore all’Ambiente conclude sottolineando come: “Grazie a queste nostre scelte “politiche”, che definisco coraggiose, visti i tempi in cui furono fatte abbiamo messo i nostri cittadini responsabilmente al riparo dai costanti ed inesorabili aumenti per i costi di conferimento dell’indifferenziato, soprattutto con l’esaurimento di molte discariche” conclude l’Assessore.

[comune serravalle pistoiese]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento