progetto benessere donna. DARE CORPO ALLE PAROLE

Nella foto le prime tre classificate al concorso fotografico “Quello che le parole non dicono

MONTEMURLO. S’intitola Dare corpo alle parole l’iniziativa finale del progetto “Benessere Donna”, promosso dalla Pro loco con il Comune e inserito nel calendario di eventi Il marzo delle donne, che si svolgerà domenica 18 marzo ore 16.30 al centro visite “Il Borghetto” (via Bagnolo di sopra, 24 – Montemurlo).

Dare corpo alle parole è un percorso di vita che il Progetto Benessere Donna ha, in questi quattro anni, cercato di perseguire.

Il gruppo di donne che si è incontrato quest’anno in dieci serate, ha proposto, attraverso la parola condivisa, alcune tematiche su cui lavorare a cui dare appunto corpo. Altri stimoli sono venuti dall’esperienza della percezione del corpo attraverso esercizi di energetica, dalla mindfulness e dalla sperimentazione dei punti corporei della medicina tradizionale cinese attraverso il massaggio Tuina.

Il gruppo ha poi lavorato attraverso stimoli artistici, mettendo in gioco il proprio corpo come elemento reale, vaso alchemico capace di trasformare la parola rutilante, inflazionata e divorata senza consapevolezza dal mondo contemporaneo.

«Gli incontri del progetto Benessere Donna sono stati uno spazio di condivisione aperto alle donne del territorio che rivolgono attenzione al benessere del corpo, della mente, del cuore», spiega l’assessore alle pari opportunità, Luciana Gori.

L’ultimo incontro è stato un Bagno di Gong che ha permesso alle partecipanti di sperimentare le frequenze di Terra, Luna e Venere attraverso i gong planetari. L’ingresso all’evento finale del progetto Benessere donna è libero e gratuito.

Il Marzo delle donne

Infine, qualche giorno fa alla Sala Banti si è svolta la premiazione del concorso fotografico “Quello che le parole non dicono”, rivolto agli studenti del Liceo “U. Brunelleschi e ai giovani montemurlesi dai 14-18, per capire come il tema della violenza di genere sia percepito dalle nuove generazioni.

« La risposta dei ragazzi è stata straordinaria — aggiunge l’assessore Gori — Ci sono arrivate una quarantina di foto, tutte coerenti con l’argomento e tutte di grande qualità tecnica, tanto che è stato davvero difficile decretare i vincitori».

Alla fine la giuria, composta oltre che dall’assessore Gori, anche dalla presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune, Chiara Steri, dal fotografo Massimiliano Gavazzi e dalla presidente del Lions Club Montemurlo, Alessandra Colzi ha decretato i tre vincitori: Chiara Giorgi, Chiara Masini e Francesca Santangelo.

I premi per i vincitori sono offerti dal Lions Club Montemurlo e dallo studio “Service and Events”: il primo classificato avrà l’opportunità di partecipare ad uno scambio giovanile internazionale, promosso dal Lions, il “Campo Toscana – La Via Francigena” nel periodo estivo.

Secondo premio un corso di fotografia, terzo premio un’escursione fotografica con professionisti e per tutti la segnalazione sulla rivista ufficiale del Lions Internazionale. Tutte le foto dei ragazzi sono esposte alla Galleria della Sala Banti in piazza della Libertà.

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento