provincia. APPROVATO IL DOCUMENTO OPERATIVO PER LA RIPRESA DELLE ATTIVITÀ SCOLASTICHE IN PRESENZA

Ecco cosa ha approvato il Tavolo di coordinamento prefettizio in vista del 7 gennaio 2021

Aula vuota

PISTOIA. Presso la Prefettura di Pistoia, si è tenuta, in videoconferenza, la riunione plenaria del Tavolo di coordinamento prefettizio – istituito alla luce del D.P.C.M. 3 dicembre 2020 e composto dall’Assessore regionale alla Mobilità e Infrastrutture, dal Presidente della Provincia di Pistoia, dai Sindaci dei Comuni di Agliana, Montecatini Terme, Pescia e Pistoia, dal Questore di Pistoia, dal Dirigente l’Ufficio Scolastico Provinciale, dai Dirigenti di Trenitalia e R.F.I., dal Presidente di BluBus s.c.a.r.l., del Dirigente della Motorizzazione Civile di Pistoia e del Comandante della Sezione Polizia Stradale di Pistoia – che ha esaminato ed approvato il “Documento operativo per la ripresa delle attività scolastiche in presenza”.

Nel corso della riunione, il Prefetto ha illustrato il contenuto della pianificazione condivisa dal Tavolo di coordinamento, che, sulla scorta delle iniziative avviate fin dal luglio scorso, e grazie al coinvolgimento dei singoli dirigenti scolastici del territorio nonché della Consulta provinciale degli studenti, ha permesso di definire gli interventi di raccordo necessari tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche in presenza e la programmazione delle corse aggiuntive grazie all’impiego di 24 autobus aggiuntivi, messi a disposizione da Copit S.p.A. e dall’Azienda Trasporti Toscani, con un incremento medio di mezzi del 18%.

Per quanto concerne l’articolazione degli orari di ingresso delle scuole, grazie alla collaborazione prestata dai dirigenti scolastici del territorio, nel Comune capoluogo, ad esempio, la fascia oraria individuata per l’ingresso flessibile degli studenti copre un intervallo dalle ore 07.30 alle ore 09.50, con ulteriori fasce orarie intermedie ed alcuni casi di doppio turno pomeridiano.

Nel territorio di Pescia, parimenti, la fascia oraria di ingressi scaglionati si svilupperà dalle ore 7.50 alle ore 8.15, mentre nel territorio della nota città termale la fascia oraria sarà articolata dalle ore 8.10 alle ore 10.10.

Dalle analisi condotte in sede di Tavolo di coordinamento è emersa anche la buona prassi — già sperimentata da alcuni Istituti scolastici — di adoperare gli spazi antistanti gli ingressi come giardini pubblici, aree verdi, ed altri spazi aperti, che laddove presenti nelle immediate vicinanze, possono essere messi utilmente a disposizione degli studenti per regolare il proprio afflusso all’interno delle scuole.

Nel documento operativo è emersa, inoltre, l’opportunità di realizzare, a livello di singolo istituto scolastico, un “piano d’azione esterno” che possa, da una parte, permettere di codificare procedure operative standard per un ordinato afflusso e deflusso dagli istituti, e dall’altra, agevolare l’intervento del personale scolastico volto a garantire, nell’ambito delle pertinenze scolastiche, operazioni di ingresso e uscita degli studenti nel rispetto delle misure preventive anti-contagio.

Gerlando Iorio, prefetto di Pistoia

Sotto questo profilo, è stata coinvolta anche la Consulta Provinciale degli Studenti – quale organo istituzionale di rappresentanza – che avvierà iniziative di sensibilizzazione degli allievi degli istituti scolastici – tramite diverse iniziative di comunicazione, anche mediante social media – sul rispetto delle misure anti-covid, sui corretti comportamenti da tenere durante l’utilizzo del trasporto pubblico e durante il tragitto verso la scuola, stimolando l’autoconsapevolezza e la responsabilità di ciascuno.

Tra le buone prassi di comportamento, si segnala in particolare l’incentivo all’utilizzo della APP “Teseo” dell’Azienda di trasporto pubblico locale, che permette, per possessori di smartphone e tablet, non solo di consultare i transiti in tempo reale, gli orari programmati ed i percorsi delle linee del proprio bacino di interesse, ma anche di programmare gli spostamenti in base alle proprie esigenze e ricercare le fermate in prossimità del luogo in cui ci si trova, grazie alla geolocalizzazione.

Tramite l’utilizzo di tale applicazione, gli studenti potranno quindi avere consapevolezza in tempo reale, circa l’opportunità o meno di attendere la corsa desiderata nei pressi della fermata piuttosto che in altre aree aperte, in modo da evitare fenomeni di assembramenti.

Per quanto concerne il trasporto ferroviario, in sede di Tavolo di coordinamento, è stato chiesto a Trenitalia – previa intesa con la Direzione mobilità di Regione Toscana – di esaminare la possibilità di intensificare la presenza di convogli sulla linea “Porrettana” nell’orario 7.30-9.30, in modo da incrementare l’offerta che possa soddisfare coloro che utilizzano il trasporto ferroviario per arrivare nel distretto scolastico pistoiese sito in viale Adua.

Per quanto concerne le altre iniziative di prevenzione degli assembramenti, le aziende di trasporto pubblico locale, così come RFI e Trenitalia, oltre a proseguire le campagne di comunicazione volte a sensibilizzare l’utenza sulle nuove articolazioni orari e sui buoni comportamenti da adottare, sono state sensibilizzate affinché curino l’effettivo mantenimento della segnaletica orizzontale (es. “marker”) e verticale volta a regolare le aree di afflusso e deflusso dell’utenza.

Nella prospettiva di garantire il rispetto delle misure di contenimento in tutte le fasi degli spostamenti degli studenti, sono state, inoltre, sensibilizzate le Amministrazioni comunali, l’Amministrazione provinciale e le aziende di TPL, affinché svolgano una ricognizione puntuale delle fermate del trasporto pubblico che maggiormente hanno destato preoccupazione circa il verificarsi di fenomeni di assembramenti; tale attività sarà finalizzata alla ricollocazione – ove necessario — in contesti tali da garantire una maggiore sicurezza per l’utenza.

Sotto il profilo delle misure di vigilanza e di ordine pubblico, alla Questura sarà affidato il compito – da attuare anche attraverso la convocazione del Tavolo tecnico questorile – di predisporre misure di controllo coordinato nei pressi degli snodi principali della mobilità urbana (Stazioni Ferroviarie e Terminal bus), anche attraverso le Specialità della Polizia Ferroviaria e della Polizia Stradale, favorendo il coinvolgimento nell’attività operativa dei Comandi di Polizia Locale e Provinciale.

A tal fine, le Amministrazioni comunali e provinciale sono state sensibilizzate ad agevolare l’impiego sinergico delle Polizie Locali, anche nei pressi degli istituti scolastici caratterizzati da maggior afflusso di studenti.

A gennaio prenderà avvio inoltre il progetto “Ti accompagno”, presentato dalla Provincia di Pistoia e finanziato dalla Regione Toscana, che prevede un accompagnamento, tramite “tutor”, dell’utenza scolastica, alle fermate situate nei pressi dei poli scolastici principali e degli snodi più critici sul territorio provinciale.

Anche tali figure di tutoraggio saranno inserite all’interno del dispositivo, al quale si affiancheranno, da una parte, volontari delle associazioni di protezione civile, e dall’altra, un servizio di monitoraggio dinamico posto in essere dal Servizio Protezione Aziendale di RFI.

[provincia di pistoia]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email