provincia. APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE 2018

Tanti pezzi di un unico quadro che certificano una Provincia, in forte difficoltà, ma comunque dinamica, attiva e presente
Il consiglio provinciale

PISTOIA. Giornata impegnativa ieri in Provincia, con la prima convocazione dell’Assemblea dei Sindaci, dopo l’elezione del Presidente Luca Marmo, avvenuta l’8 aprile scorso, e la doppia convocazione del Consiglio Provinciale, che si è riunito alle 11.00 per l’adozione e alle 14.30 per l’approvazione del Rendiconto di Gestione 2018.

“Si tratta di una fotografia nitida di quello che è stato fatto nel 2018” ha detto in apertura della sua relazione il Presidente Luca Marmo che, nella introduzione, ha colto l’occasione anche di intervenire sul dibattito in corso in questi giorni relativo alle Province, sottolineando l’improcrastinabilità di una revisione completa della norma. In merito ha precisato che la questione del ritorno per le Province all’elezione a suffragio universale del Presidente è un tema, ma che sul tavolo vanno poste questioni centrali come quella sulle funzioni e sulle dotazioni finanziarie.

Marmo, nella illustrazione del Rendiconto 2018, ha parlato di “uno sforzo politico importante”, reso possibile dal Presidente Vanni, ma anche “di un lavoro serio e scrupoloso” dal punto di vista gestionale ed amministrativo.

A proposito dei temi, delle azioni e degli interventi passati in rassegna ha rimarcato, nonostante i problemi strutturali, legati alle risorse e al personale, la complessità delle azioni portate avanti e i risultati ottenuti, sia per le materie che la legge attribuisce per competenza alle Province, sia in ambiti a supporto dei Comuni o su tematiche particolari.

Per i risultati conseguiti sui fronti edilizia scolastica – patrimonio immobiliare e rete viaria provinciale, Marmo ha ricordato la scelta di dare corso a varie alienazioni, citando l’assegnazione della villetta Fivizzani alla Guardia di Finanza e anche il trasferimento dell’Agenzia per il Turismo di Montecatini al Comune di Pistoia.

Per la partita piscine il nuovo Presidente ha parlato delle esperienze positive di Pescia e di Maresca, auspicando che presto si possano trovare soluzioni anche per l’impianto Fedi, definendolo “a più alto contenuto di complessità”.

La piscina di Maresca

Sul fronte edilizia scolastica il Presidente ha teso a sottolineare che i risultati raggiunti sono stati possibili grazie al lavoro coordinato dal Sindaco Niccoli e all’attenzione della Fondazione Cassa di Risparmio. Si è trattato di un combinato disposto che ha consentito alla Provincia di presentare una serie di candidature sulla vulnerabilità sismica delle scuole per oltre 1 milione di Euro. Evidenziati con singoli dettagli anche gli interventi di risanamento che interessano varie scuole superiori del territorio.

Punto rilevante della illustrazione è stata la rete viaria, rispetto a cui il Presidente ha voluto subito precisare che si tratta di uno degli ambiti di operatività ad alto contenuto di impatto sui cittadini.

“Il tema delle manutenzioni di una rete viaria allo stremo non può essere ulteriormente procrastinato. Di qui l’esigenza di andare ad una approvazione rapida del bilancio per attivare gli interventi già previsti nel Documento Unico di Programmazione” ha detto Marmo.

Il Presidente ha segnalato il risultato importante ottenuto in termini di recupero delle entrare sulla Cosap che ha consentivo di passare dai 575 mila euro a 1 milione di Euro nel lasso temporale ricompreso fra il 2016 e il 2018, con un abbattimento drastico del numero di bollette inevase.

La Stazione Unica Appaltante della Provincia, che lavora per quasi tutti i Comuni della provincia con uno staff di professionisti che consente alle singole Amministrazioni del territorio un sensibile risparmio di tempo ed energie, è stata citata dal Presidente come un esempio per “spingere di più sulla possibilità di rapporti più stretti tra Provincia e Comuni”.

Tanti pezzi di un unico quadro che certificano una Provincia, in forte difficoltà, ma comunque dinamica, attiva e presente.

[maionchi —provincia di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email