PUBLIACQUA E RIMBORSI PER MANCATA DEPURAZIONE

Depuratore
Depuratore

PISTOIA. Nel condividere l’iniziativa dell’Assessorato alle partecipate del Comune di Pistoia, resa pubblica da vari organi di stampa, in merito al rimborso automatico in bolletta per i cittadini non serviti da impianti di depurazione, riteniamo opportuno precisare che le quote di depurazione non dovute devono essere rimborsate con un calcolo retroattivo per dieci anni e non per cinque, come erroneamente comunicato.

Infatti anche nella mozione n. 418 approvata dal Consiglio regionale del 30 maggio 2012 viene fatto esplicito riferimento alla sentenza n. 649/2011 del giudice di Arezzo con cui si condanna il locale gestore a calcolare il rimborso in maniera retroattiva per dieci anni ( e non cinque), trattandosi di somme indebitamente percepite, e quindi soggette al regime di cui all’art. 2033 c.c. (come più volte ribadito anche da numerose Sezioni Regionali della Corte dei Conti).

Si rileva inoltre che in base ad un primo esame delle tabelle in nostro possesso, il numero degli utenti che hanno diritto al rimborso è notevolmente superiore ai 12mila 216 utenti forniti da Publiacqua.

Appena elaborati i dati comunicheremo gli stessi a Publiacqua e ai Comuni interessati per la necessaria rettifica.

Comitato Acqua Bene Comune Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento