“PULIAMO IL MONDO”, TRE APPUNTAMENTI TRA PISTOIA E DINTORNI

Antonio Sessa, Legambiente Pistoia

PISTOIA. Nell’ambito della manifestazione internazionale di volontariato ambientale “Puliamo il mondo”, che si svolge in contemporanea in centoventi paesi, quest’anno il circolo Legambiente di Pistoia promuove tre appuntamenti in città e nei dintorni.

Venerdì 22 dalle 9 alle 12 al quartiere delle Fornaci verrà continuato il lavoro di pulizia della zona assieme ai ragazzi richiedenti asilo ospiti a Sammommè della Cooperativa Arkè che hanno recuperato un’ area abbandonata sotto il paese realizzando un orto sinergico. Saranno presenti alcune classi della scuola primaria L. Da Vinci e G. Galilei di Pistoia.

Venerdì 29 dalle 9 alle 12 con gli alunni della scuola secondaria di primo grado “Quinto Santoli” di Pavana insieme all’assessore alla Cultura Sara Lodovisi e lo staff del Centro di educazione ambientale di Acquerino saranno ripulite le vie del paese. Per l’occasione, Samuele Pesce,  coordinatore del centro Educazione Ambientale dell’Acquerino di Legambiente, terrà una lezione sulla Foresta dell’ Acquerino.

Sabato 30 dalle 9 alle 12 di nuovo alle Fornaci volontari e  scout del CNGEI per piantare, ripulire e riqualificare dei piccoli angoli di verde urbano attraverso la piantumazione di piante e fiori donate dall’azienda vivaistica Franco e Daniele Giusti.

Le iniziative sono espressione di alcune tra le battaglie più importanti di Legambiente, che vanno dalla riduzione dei rifiuti a un aumento della raccolta differenziata, dalla riqualificazione delle aree urbane alla valorizzazione degli ambienti naturali e dei parchi e sono realizzate in collaborazione con i Comuni di Pistoia e Sambuca Pistoiese che sostengono la manifestazione e contribuiscono con l acquisto dei kit e le aziende Alia e Cosea.

[comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento