punctum dolens. QUANT’È DURA L’AVVENTURA!

Sarà un cambio Bertinelli-Bini?
Pistoia. Sarà un cambio Bertinelli-Bini?

PISTOIA. Perché non hai fatto politica? Perché non mi piacciono gli sgambetti.

Per un qualsiasi umano normale come chi scrive, ciò potrebbe bastare per fargli decidere di non voler andare a decidere.

Altri – direbbe il Padre Dante – alzano la mano e gridano “i’ mi sobbarco!”, ci vo io al timone. E così è stato per Samuele Bertinelli.

Solo che gli sgambetti sono dietro l’uscio: il fiume va diceva Battisti, le cose cambiano e… rileggetevi la settima lettera – apocrifa… – di Platone sulla politica. Basta una ventina di righe dell’attacco per capire bene il giochino.

E poi quel mondo lì, non è il mondo del… trescone? Chiacchiere e sotterfugi, caminetti e stufe a gas. Incardinamenti e defenestrazioni.

Così stamattina rifrulla in aria – e alle nostre orecchie – un discorso di una confidenza confidenziale che vedrebbe il Bertinelli al centro del gossip da tempio massonico – del resto, se la voce fosse vera, altro non farebbe che confermare che la Dc è tornata e con essa la massoneria – almeno politica…

I renziani di Roma starebbero per fare la scalata al Comune di Pistoia? Ai danni di chi? Samuele, fa’ un passo indietro e lascia avanzare chi è in odor di unzione…

E chi sarebbe in odor di unzione? Dicono l’On. Caterina Bini, cara amica nostra, peraltro, e persona da noi stimata – e senza alcuna ironia, lei lo sa.

Se ne dicono tante, On. Bini: è stata detta anche questa. Che sia vera oppure no, non importa. Certo è che il Pd di Pistoia sta attraversando una crisi di crescenza (ma forse anche di… stracchino) mai vista in precedenza.

Faide e disaccordi interni, consiglieri che non rispondono al freno e cavalli e buoi in ogni direzione. Gli ultimi mesi dell’ultimo anno lo hanno messo sempre più in risalto, in innegabile evidenza.

E Renzi, che vuole l’Italia e la vuole subito, che sta ricreanco il suo Monte dei Paschi nella Banca [s]Chianti, avrebbe pensato bene di mettere le sue manone da asilo anche qui, regno del fu Pci della Breda ora in disarmo Hitachi. Andremo a vedere, disse il cieco.

Pensiamo male? Beh, si fa peccato, ma a volte… ci si becca. Non lo dicevano proprio quelli del P[artito] D[emocristiano]?

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “punctum dolens. QUANT’È DURA L’AVVENTURA!

  1. Buon giorno Direttore….se fosse vero….la Signora Bini può anche essere la migliore persona del mondo…ma il modo scelto sarebbe il peggiore. D’altro canto Renzi docet: lo sa ben lui come, restando sereni, si fanno le scarpe agli “amici”. D’altro canto, il nostro sindaco, all’epoca delle “palate di merda” con cui quella certa ala del PD che ora vorrebbe imporre la Bini, minacciò di seppellire una compagna sua e del suo partito, non fece pio (forse pensava così di tenerseli buoni?) e quindi….unica domanda: poniamo sia tutto vero, poniamo che il Samuele accetti di farsi da parte, poniamo pure che i cittadini anche stavolta votino una tale eventuale schifezza comportamentale. Ma la Signora Bini, che è anche deputato….
    a- tiene tutte e due le cariche?
    b- se si, quando lo fa il lavoro di sindaco?
    Naturalmente io corro avanti: ma si sa, il tempo vola e i sussurri potrebbero diventare grida alla svelta.
    Massimo Scalas

    1. sicuramente terrà tutte e due le cariche…doppia poltrona doppio stipendio e farà la sindaco il sabato e la domenica delegando gli altri giorno a qualche suo fantoccio

Lascia un commento