puzzo. BUONO IL RINVIO, COME AL SOLITO!

 

Andrea Acciai, vannucciniano, fragaiano e dunque, magnanensiano, rinvia lungo

PIANA. La cittadinanza è stufa dei cattivi odori che ammorbano il territorio, Arpat non offre risposte ufficiali, ma però con una mail convenzionale (inutilizzabile sul piano formale) “rassicura” le Amministrazioni e chiede tempo, introducendo anche l’Asl che si associa.

La commissione “Ecologia e Ambiente” presieduta dal conducente viaggiatore Andrea Acciai rassicura e rinvia: l’assessore Massimo Zucchelli si è “attivato” (ma non cavando un ragno dal buco e allineandosi al basso profilo) e insomma, assicurando un bel rinvio, come al solito.

Anche Asl è presente al tavolo tecnico in ipotesi e la cosa ci sorprende: l’Asl Toscana Centro non aveva solo competenze in materia di “acque”? (E dunque, che c’azzecca? Serve a rassicurare l’opinione pubblica?).

Si sa, che i tavoli e i tavolini, sono una specialità per le nostre amministrazioni e già nel 2015, se ne parlava.

Acciai come il Conte zio: sopire, troncare!

Acciai però, spiega che la “commissione verrà immediatamente convocata, quando il Comune avrà ricevuto la documentazione conclusiva delle indagini di Arpat e Asl”.

Avete capito che la documentazione dovrà essere quella “conclusiva”: senza di quella, niente commissione riunita e niente spiegazione, sicuramente difficile da portare, quanto intuitivamente chiara e compresa.

Infatti, dal 22 marzo scorso, i miasmi sono diminuiti a seguito della “sospensione del trattamento di certi rifiuti”. Insomma, la causa è certa per il conseguente sillogismo: fatta la riduzione dei rifiuti nell’impianto di depurazione, si sono subito ridotti i miasmi, con una responsabilità dimostrata automaticamente nell’impianto della Gida spa.

Sembra di rivivere il celebre passo manzoniano (XIX Capitolo) dove il Conte zio, rivolgendosi al Padre provinciale, vuole “allontanare il fuoco dalla paglia” con il motto sopire, troncare; troncare, sopire e permetteteci di riconoscere in Andrea Acciai il perfetto emulo del noto personaggio manzoniano. C’ha anche la barba bianca e gli dona pure.

Del resto, le elezioni sono all’uscio, e quindi, l’orchestra dei musicisti quale altra musica poteva suonare sul teatrino della politica, se non quella conciliante (il sonno) per favorire il più lungo, abituale rinvio?

Quella del “rinvio dei risultati conclusivi” è una tecnica molto conosciuta anche in Asl Toscana Centro: vi dice niente il ritardo perenne sullindagine epidemiologica sull’inquinamento dell’inceneritore in piedi dal 2010?

Ordunque, riflettete lettori che presto, sarete anche e-lettori.

[Alessandro Romiti]

alessandroromiti@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email