QUALCUNO PRIMA O POI SI DOVRÀ DIMETTERE…

S.E. il Viceré
S.E. il Viceré

NON C’È NIENTE di meglio di qualche giorno di ozio dorato, di quello che si comincia la mattina ad alzarsi a un’ora non meglio precisata, si prosegue con le attività che di volta in volta risultano meno sgradevoli privilegiando sempre le più gradevoli e mano a mano che la giornata trascorre, si ringrazia Dio della stagione, della salute e della buona sorte che ce lo consente.

Nei miei, non molti ma appunto per questo beati, giorni di ozio dorato di quest’anno, ho appreso che il Presidente della Regione Sicilia – cioè colui che è a capo di un ente pubblico con autonomia riconosciuta dalla Costituzione, che ci costa come se fosse d’oro anche perché tutti gli italiani amano profondamente la Sicilia – si fa sbianchettare il buco del culo, con una tecnica che segue all’applicazione di una crema cosmetica il cui principio attivo è l’idrochinone, quasi un’ulteriore frontiera del niente reificato, dal suo amico illustre chirurgo plastico e rimette il conto alla sanità pubblica (Pierangelo Buttafuoco sul Fatto Quotidiano).

Il portfolio di Eventi 6 oggi
Il portfolio di Eventi 6 oggi, di mamma Renzi

Che la mamma di Matteo Renzi la signora Laura Bovoli, insieme alle due figlie Benedetta e Matilde, ha un incremento esponenziale del fatturato con la Eventi 6 nel cui portfolio non figura più Esselunga ma c’è la Conad, oltre a Euronics, Trony, Dico e altri importanti brand (vedi Franco Bechis sul suo blog).

Che Alexis Tsipras ci riprova e fino a domenica non sapremo se l’accordo c’è e quanto ci costa e quanto costa loro e se poi si parlerà di diritto dei popoli o solo di finanza. E che il risultato dei referendum serve a chi governa per fare quel che si era già ripromesso prima di vedere come andava a finire.

Molto di quello che ho letto o ascoltato in questi giorni, nonostante l’edonismo del momento, è indecente o immorale o scatena dubbi cosmici, rovinandomi l’umore.

Dimettersi da italiani non fa per me, ma qualcuno si deve dimettere da qualcosa.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento