QUANDO GIOVE BAZZICAVA A PISTOIA

Le impertinenze letterarie nelle novelle di Giovanni Forteguerri al centro del secondo incontro di “Storie Mirabili”. Venerdì 11 aprile alla libreria Lo Spazio di via dell’Ospizio parlerà Tommaso Braccini
Tommaso Braccini
Tommaso Braccini

PISTOIA. Venerdì 11 aprile alle ore 17,30 presso la libreria Lo Spazio di via dell’ospizio si terrà il secondo appuntamento con il ciclo di incontri dal titolo “Storie Mirabili”. Ambito della iniziativa dedicata alla novellistica medievale e rinascimentale ed ai suoi rapporti con Pistoia, Tommaso Braccini parlerà di “Quando Giove bazzicava Pistoia. Impertinenze letterarie nelle novelle di Giovanni Forteguerri”. Sarà l’occasione per conoscere meglio la singolare opera di Giovanni Forteguerri, gentiluomo pistoiese vissuto nel Cinquecento, che esercitava la rispettabile attività di notaio e Cancelliere della Comunità di Pistoia in stretti rapporti con la corte dei Medici.

Fu proprio al principe ereditario Francesco (il futuro granduca Francesco I) che Forteguerri dedicò una collezione di racconti, molti dei quali ambientati a Pistoia o nelle sue vicinanze. I temi di questa raccolta sono apparentemente inconciliabili: allegorie mitologiche ed esortazioni morali (siamo pur sempre all’epoca della Controriforma) si mescolano inaspettatamente con una tradizione molto licenziosa (nei temi e nel linguaggio) che si rifà in maniera disinvolta a modelli toscani ed europei, spesso a sua volta contaminata con motivi fiabeschi.

La locandina
La locandina

Si trovano così Giove e gli altri Dèi in visita alla villa della Magia, ma anche scambi di coppie ed equivoci che farebbero invidia a Feydeau, critiche pungenti a esponenti del clero ma anche esaltazioni di vescovi e abati, riferimenti realistici a personaggi cittadini ma anche fiabe di pesci magici e doni incantati. Le sue Novelle, bollate come “tra le più sconce del Cinquecento”, rimasero per molto tempo inedite: segno di censura, ma anche di sconcerto verso un’opera difficile da inquadrare, che si rivela figlia di un’epoca (e forse di una città?) in profonda transizione.

Il ciclo – organizzato dalla Società Pistoiese di Storia Patria – si concluderà il 18 aprile.

Per info: Lo Spazio di via dell’Ospizio, 51100 Pistoia. Tel. 057321744. lo-spazio@libero.itwww.lospaziodiviadellospizio.sitiwebs.comhttps://www.facebook.com/events/608264092592516/

redazione@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento