quarrata. A GARA LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO

L'importo complessivo dell'appalto per 5 anni ammonta a un milione 700 mila euro.
Il cimitero di Santallemura a Quarrata

QUARRATA. Il prossimo 31 ottobre scadrà il contratto di appalto con il raggruppamento di imprese Samarcanda – Silve –Co&So per la gestione dei servizi cimiteriali del Comune di Quarrata. Per questo motivo è stato approvato un nuovo progetto per dare continuità a questo servizio pubblico essenziale che necessita di “regolarità, continuità e completezza”.

Il Comune di Quarrata si legge nella delibera di giunta “non ha personale operativo specifico dedicato alla gestione del servizio, sia nel numero che nella formazione, stante la scarsità del personale e le diverse specializzazioni acquisite per lo svolgimento di altre mansioni istituzionali ugualmente inderogabili ed essenziali che coprono ampiamente il monte orario contrattuale”.

Di conseguenza procederà ad indire una nuova gara. Per il servizio pluriennale di gestione dei servizi cimiteriali il dirigente dell’Area Valorizzazione e Sviluppo del Territorio ha nominato già la geometra Fabiana Baldi quale responsabile unico del procedimento e l’architetto Riccardo Pallini (progettista e direttore dell’esecuzione). L’importo complessivo dell’appalto che avrà validità quinquiennale ammonta complessivamente a un milione 700 mila euro di cui 1.350.000,00 è l’importo del servizio soggetto a ribasso, 20 mila euro gli oneri per la sicurezza e 330mila euro le somme a disposizione dell’amministrazione comunale (tra Iva, incentivi per funzioni tecniche, tassa Anac, spese per la gara e imprevisti).

Il progetto comprende anche il capitolato speciale di appalto. La gara verrà aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dove oltre al ribasso percentuale sulla somma posta a base di gara, saranno valutate anche offerte tecniche in merito all’attività da svolgere sui cimiteri, a migliorie del servizio, ad una programmazione degli interventi di manutenzione ordinaria su tutti i cimiteri nel tempo, ad eventuali interventi di tipo straordinario, ecc..

Il cimitero comunale di Santallemura

Le principali attività comprese nell’appalto sono: gestione dei contratti per la concessione di loculi, ossari, tombe a terra e quant’altro inerente la concessione di posti per inumazione/tumulazione all’interno dei cimiteri comunali; la gestione dei servizi cimiteriali quali inumazioni, esumazioni, tumulazioni, estumulazioni, ecc. e relativi contratti del Comune di Quarrata, compreso l’uso e il continuo aggiornamento del gestionale del Comune; l’effettuazione delle varie attività manutentive ordinarie sulle aree cimiteriali, sulle loro pertinenze esterne, sui fabbricati e sugli immobili, al fine di garantire il mantenimento decoroso dei complessi cimiteriali del Comune; l’attività di apertura, vigilanza e custodia di tutti i cimiteri; l’attività relativa alla gestione delle lampade votive, vale a dire la manutenzione ordinaria (compreso la sostituzione delle lampade), i nuovi allacci, la dismissione/disattivazione e relativi contratti, compreso le rendicontazioni, l’aggiornamento del programma gestionale, fatta eccezione delle prestazioni relative alla bollettazione e riscossione dei proventi derivanti dalla gestione del servizio di illuminazione votiva che rimangono in capo al Comune di Quarrata.

Il servizio dovrà essere espletato sui dieci cimiteri presenti sul territorio comunale: Buriano; Campiglio; Colle; Ferruccia; Lucciano; Montemagno; Santallemura; Santonuovo; Valenzatico; Vignole. E’ ovviamente prevista una forma di controllo da parte del Comune sulla attività svolta.

La gestione attuale dei servizi cimiteriali prevede già l’apertura giornaliera di un ufficio al pubblico per l’espletamento di tutti gli atti tecnico-amministrativi riguardanti i vari servizi cimiteriali svolti.

“Ad oggi, l’attuale gestore — si legge nel capitolato — ha attivato lo sportello presso il cimitero del capoluogo denominato Santallemura, spazio che rimane a disposizione anche per il soggetto che gestirà il servizio affidato con il presente appalto e valuterà se mantenere lo stesso, ovvero istituirne uno nuovo e/o uno aggiuntivo sempre nel Comune di Quarrata.

Il camposanto di Vignole

A tale scopo, l’azienda dovrà assicurare che i locali così destinati siano dotati di connessione internet. Allo scopo di favorire i contatti con il pubblico e ampliare il servizio offerto alla cittadinanza, è confermata l’attività di prenotazione di loculi e ossari presso l’Urp del Comune con il quale il soggetto gestore dovrà mantenere costantemente attivo il rapporto per il trasferimento delle informazioni/richieste del cittadino che poi verranno concretizzate dallo stesso gestore che si occuperà di contattare il familiare per la stipula del contratto di concessione; infatti, al momento del decesso, i familiari del defunto, si recano presso l’ufficio dell’azienda o presso l’Urp, dove viene redatto il documento di prenotazione e di assegnazione del loculo/posto.

Successivamente, viene sottoscritto il contratto di concessione del loculo/posto e, per chi ne faccia richiesta, la stipula del contratto per l’attivazione della lampada votiva. I contratti di concessione loculi ed ossari, dovendo essere sottoscritti dal Presidente della società in base ad apposita delega, verranno recapitati all’utente in un secondo tempo a mezzo servizio postale.

In caso di inumazione le imprese funebri comunicano direttamente via fax/PEC agli uffici della sede dell’azienda che gestisce i servizi cimiteriali il nominativo della salma da inumare, il giorno e l’ora dello svolgimento del servizio. L’azienda che svolgerà i servizi cimiteriali si attiverà di conseguenza comunicando al personale addetto le notizie del servizio da svolgere”. 

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email