quarrata. “A OGNI UCCELLO SUO NIDO È BELLO”

La locandina

QUARRATA. Dopo i lavori di adeguamento antincendio e di sistemazione di una parete esterna all’edificio danneggiata dalle infiltrazioni di acqua riapre domani domenica 9 settembre la “Casa di Zela”, sede del museo della civiltà contadina con la ricca collezione privata di Ernesto Franchi. 

L’edificio che ospita al suo interno anche l’ostello della gioventù era chiuso da metà del 2017.

Nell’occasione l’amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione “Amici di Casa di Zela” ha organizzato “A ogni uccello suo nido è bello”, una festa di riapertura con giochi nell’aia e una merenda offerta a tutti i partecipanti.

Il programma con inizio alle ore 16 prevede lo spettacolo di burattini di Babbalocca di Daniela Danelli e Lucia Bresci che porteranno in scena “Zio Lupo”. Seguiranno una visita ai nuovi spazi espositivi, i laboratori per bambini con la costruzione di aeroplanini di carta con l’associazione Girovalando e la merenda.

Una camera da letto alla Casa di Zela

Al taglio del nastro interverrà il sindaco Marco Mazzanti e un rappresentante della Fondazione Banca Alta Toscana che ha patrocinato l’iniziativa.

I lavori realizzati in questi mesi hanno comportato una spesa superiore ai 90 mila euro. La ristrutturazione della vecchia casa colonica, donata al comune dalla famiglia Banchelli, è avvenuta tra il 2004 e il 2009 ed è stata realizzata utilizzando fondi della Comunità Europea, della Regione Toscana e del comune di Quarrata per una spesa complessiva superiore a un milione e mezzo di euro.

Successivamente (2010-2013) sono stati fatti ulteriori lavori con la ristrutturazione delle camere e la realizzazione dei servizi igienici dell’Ostello per circa 70 mila euro finanziati sia dalla Regione Toscana che dalla Fondazione Caript.

[Andrea Balli] 

 

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento