quarrata. ALLA MAGIA UNA COLLEZIONE PERMANENTE SUL FILET

L’allestimento sarà pronto nel prossimo mese di dicembre
Alcuni degli abiti in mostra
Alcuni degli abiti in mostra

QUARRATA. I locali di Villa La Magia a partire dal prossimo mese di dicembre ospiteranno anche una collezione permanente sull’antica tecnica del filet in alcune stanze al piano terra.

I locali sono stati già individuati e sgombrati dal materiale precedentemente accatastato e il progetto di allestimento (compreso gli atti gestionali) è tuttora in corso.

L’esposizione si pone l’obiettivo di riportare all’attenzione del pubblico una lavorazione artigianale nata a Quarrata, in particolare nella scuola di filet della contessa Gabriella Spalletti a Lucciano, nei primi anni del secolo scorso.

Suffragetta e Presidente del Consiglio Nazionale Donne Italiane dal 1903 al 1931, Gabriella Spalletti fu promotrice delle fabbriche femminili e a Quarrata della Sms-Scuola di Merletti Lucciano Quarrata nel 1912.

Il progetto espositivo nasce da una collaborazione del Comune di Quarrata con l’istituto comprensivo statale “Bonaccorso da Montemagno” che, da molti anni, ha al suo interno un laboratorio per adulti (curato da Rosita Testai) mirato all’insegnamento della tecnica artigianale del filet.

Donne del filet al lavoro
Donne del filet al lavoro

Le maestre del filet, nel corso degli anni, hanno raccolto vestiti, cappelli, guanti, calze, tutti quegli oggetti che sono stati prodotti nelle piccole manifatture degli anni 20 nel territorio di Quarrata.

Trattandosi di lavorazioni eleganti, raffinate e, di conseguenza, abbastanza costose per l’epoca, gran parte di questa produzione era destinata al mercato statunitense dove gli anni del jazz imponevano alle signore vestiti fluidi e tuniche seducenti.

I libri contabili infatti ci raccontano storie di transatlantici che solcavano i mari dall’Europa all’America, carichi di persone che cercavano una nuova vita e stipati di merce preziosa: gli anni ruggenti venivano disegnati anche dalle mani delle contadine italiane.

Tra i pezzi in mostra, saranno visibili anche alcuni abiti, realizzati negli anni ’20 a Quarrata “quando esistevano laboratori artigiani del merletto che esportavano in America”, vestiti, tra l’altro, indossati nel giugno scorso per la trasmissione Easy Driver su Rai 1.

L’amministrazione comunale, interessata a divulgare la conoscenza del passato, ma anche interessata a far riscoprire le potenzialità di un’economia dimenticata, nell’allestimento della mostra permanente cercherà di dare una lettura anche contemporanea degli oggetti storici, proponendo un’interpretazione attuale degli oggetti.

Villa La Magia a Quarrata
Villa La Magia a Quarrata

Negli scorsi anni l’amministrazione comunale aveva già presentato (ottobre 2013) nella Limonaia di Ponente della Villa Medicea La Magia la mostra “Visioni di storia e moda. Il filet a Quarrata nel primo Novecento”: mostra fotografica di Lucia Baldini, installazioni di abiti e accessori in filet, approdata poi a Palazzo Medici Riccardi Firenze nel novembre del 2014.

Il Comune di Quarrata tramite l’attivazione di una convenzione con l’istituto comprensivo Bonaccorso da Montemagno recentemente è venuto in possesso di alcuni manufatti in filet risalenti agli anni Venti del Novecento. L’allestimento della collezione sarà curato internamente al comune. È prevista anche l’attivazione di un book shop all’interno del complesso monumentale.

Leggi anche:

[Andrea Balli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “quarrata. ALLA MAGIA UNA COLLEZIONE PERMANENTE SUL FILET

Lascia un commento