quarrata. AMIANTO AL PALAMELO, SOCIETÀ SPORTIVE SENZA PALAZZETTO

La conclusione dei lavori slitta al 15 novembre. Si cercano soluzioni alternative in vista dell'inizio dei campionati. Stamani in Comune l'incontro con i dirigenti del Dany Basket e del Blu Volley
L’interno del palazzetto di Quarrata

QUARRATA. La presenza di tracce di amianto sulla vecchia copertura del palazzetto dello Sport di via Arcoveggio fa slittare la fine dei lavori all’impianto sportivo al 15 novembre prossimo. Quindi oltre un mese in più rispetto al cronoprogramma iniziale. 

È quanto è stato ribadito nell’incontro di stamani tra il Comune di Quarrata, la società Blu Volley e i dirigenti del Dany Basket.

“I lavori al tetto del PalaMelo – ha dichiarato il sindaco Marco Mazzanti — sono stati fermi a causa del rinvenimento di amianto sulla vecchia copertura: per rimuoverlo a norma di legge è stato necessario individuare una ditta apposita, che ha inoltrato alla Asl la necessaria richiesta di permesso. I lavori ricominceranno entro fine mese.

Comprendiamo i disagi che si verificheranno, ma proprio perché abbiamo importanti società sportive, dobbiamo avere impianti efficienti, alla loro altezza. D’altronde l’Amministrazione comunale investe in questa struttura ben 300.000 euro, per fare questi lavori che vanno incontro proprio alle tante richieste di ammodernamento della struttura, rivolte al Comune anche dagli stessi genitori.

L’esterno del Palamelo

I lavori o non si fanno, con il rischio che le strutture via via si deteriorino fino a costituire rischi per gli atleti, oppure si decide di farli investendoci soldi pubblici, creando però per qualche mese alcuni inevitabili disagi. Noi abbiamo scelto di farli e chiedo pazienza e comprensione”.

Nell’incontro di stamani si è parlato inevitabilmente delle alternative “per dare alla squadra entro il 28 agosto un palazzetto dove allenarsi e giocare le prime giornate di campionato”.

Nell’occasione il direttore sportivo del Blu Volley Emanuele Ferri ha dichiarato come riportato dal profilo facebook della stessa società quarratina: “È veramente un grosso ostacolo imprevisto, inutile ora capire le percentuali di colpe: abbiamo una Serie B1 che al momento è senza una casa, è obbligatorio trovare soluzioni alternative entro l’inizio della preparazione”.

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email