quarrata. ANCORA RIFIUTI AI BORDI DELLE STRADE

Sopralluogo in via Larga

QUARRATA. Ancora rifiuti, tanti e di ogni tipo ai bordi delle strade. Stamani Legambiente Quarrata ha effettuato un sopralluogo in viale Europa e in via Larga appena dopo il taglio della vegetazione laterale.

“Ora sono visibili tanti rifiuti, risultato di cittadini incivili che gettano i rifiuti dai finestrini delle auto. Tutto questo — ha dichiarato il presidente Daniele Manetti — è uno schiaffo per le persone oneste che poi dovranno pagare tutte le bonifiche.

Dai bordi e dalle fosse laterali delle due strade, dopo il taglio dell’erba da parte della Provincia, sono comparse cartacce e altro tipo di materiale, prima invisibile per l’erba alta.

Rifiuti anche in via Europa

Tutto materiale che anche a causa della siccità può facilmente prendere fuoco e diventare pericoloso. Come Legambiente abbiamo interpellato il tecnico responsabile della manutenzione delle strade provinciali (per quanto riguarda viale Europa) che ci ha informato che la Provincia ha i soldi solo per tagliare l’erba.

Erba che viene tagliata una sola volta all’anno per la mancanza di finanziamenti e quindi la ripulitura dei rifiuti dai bordi delle strade non è possibile”.

“Per quanto riguarda via Larga — ha aggiunto Manetti — stiamo contattando il comune di Quarrata, per capire se la competenza di tale strada è del comune di Quarrata, oppure della Provincia di Pistoia. Il problema è sempre lo stesso: tantissimi rifiuti gettati dai finestrini delle auto da parte di cittadini incivili e poi poche risorse economiche per ripulire.

Ecco come si presenta il bordo strada di via Larga

È soprattutto una questione di civiltà e di educazione. Come associazione ci stiamo attivando per fare corsi inerenti la gestione dei rifiuti nelle scuole di Quarrata: siamo inoltre presenti sul territorio per combattere le discariche abusive e siamo per una gestione partecipata a 360 gradi di tutta la problematica dei rifiuti che comprenda una vera raccolta differenziata ed infine la chiusura dell’inceneritore di Montale”.

Riguardo ai nuovi problemi segnalati Legambiente ha avvertito gli enti competenti ed ha richiesto una riunione con il sindaco Marco Mazzanti, l’Ufficio Ambiente del comune e l’azienda Alia.

“Come sempre — conclude il responsabile locale di Legambiente — siamo disponibili a trovare una soluzione a questo problema che si potrà risolvere soltanto con percorsi partecipativi trasparenti e con il coinvolgimento attivo dei cittadini”. 

Vedi il link: https://www.youtube.com/watch?v=umhTKx6QOGA&feature=youtu.be

Andrea Balli

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento