quarrata. APERTA DA IERI LA CASA DELLA SALUTE

Realizzate ben sette aree: amministrativa, punto prelievo, di coordinamento, materno infantile, ambulatoriale, di assistenza sociale e della cronicità. Presenti i Medici e Pediatra di famiglia. Stamani l'inaugurazione
La Casa della Salute di Quarrata 2

QUARRATA – La Casa della Salute di Quarrata è operativa da ieri (giovedì 6 settembre) e oggi venerdì 7 settembre alle ore 10,30 sarà inaugurata dall’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi, insieme al Sindaco Marco Mazzanti e al direttore generale dell’Azienda USL Toscana centro Paolo Morello Marchese. Saranno presenti anche il Prefetto  di Pistoia Emilia Zarrilli, il direttore sanitario Emanuele Gori, la presidente della Società della Salute pistoiese Anna Maria Celesti, il direttore del dipartimento rete sanitaria territoriale Daniele Mannelli e il coordinatore sanitario Carmelo Cocivera.

Ieri fin dalle ore 7,00 con l’apertura del punto prelievo, sono già stati molti i cittadini che hanno potuto usufruire dei nuovi servizi operativi con gli stessi orari del presidio di via Marco Polo, ora chiuso.

Sono invece cambiati i numeri di telefono: 0573 352028352029 – risponde il personale dell’Accoglienza.

I vecchi numeri di via Marco Polo 0573 7271672717 saranno deviati sul nuovo numero.

Daniele Mannelli, direttore della SdS Pistoiese

La struttura è posta in zona baricentrica, sulla strada principale del Comune (in via Montalbano, 364), e, pertanto, facilmente raggiungibile dalle varie frazioni e località. È stata progettata ed organizzata per rispondere in maniera adeguata ed efficace ai bisogni di salute della popolazione residente (circa 26.300 abitanti). Quarrata è il secondo Comune, dopo quello Capoluogo, più popoloso della provincia di Pistoia.

Salgono, quindi, a dieci le Case della Salute nella provincia di Pistoia: sei nell’area pistoiese (Quarrata, Pistoia viale Adua, Agliana, PIOT San Marcello, Montale e Casalguidi) e quattro in Valdinievole (Lamporecchio, Larciano, Pieve a Nievole e Pescia).

“La Casa della Salute di Quarrata – ha spiegato Mannelli — risponde alla tipologia del modello standard: oltre ai servizi socio sanitari di base, amministrativi, al Cup e al centro prelievi, sono presenti gli ambulatori dei Medici di Famiglia, infermieristici e specialistici, le attività di prevenzione con le vaccinazioni e gli screening, il consultorio per l’assistenza alle donne e ai loro bambini, i percorsi diagnostici e terapeutici per i malati cronici e quelli che occorrono prima e dopo il ricovero ospedaliero con percorsi assistenziali dedicati.

Si tratta di un salto di qualità notevole nell’assistenza per i cittadini di Quarrata e non solo, ma anche per gli operatori, che ora, disponendo di locali moderni e nuove attrezzature, potranno esprimere al meglio la loro professionalità”.

Il progetto. La nuova Casa della Salute è totalmente in cemento armato: un edificio moderno e funzionale, di quasi mille metri quadrati, che si sviluppa su due livelli (piano terra e primo piano). I lavori sono stati seguiti dall’ingegnere Ermes Tesi, direttore area manutenzione e gestione investimenti di Pistoia, il quale ha precisato che l’edificio (un tempo ad uso commerciale) è stato realizzato con materiali ed impianti corrispondenti alle attuali normative, compreso l’adeguamento antisismico, la certificazione energetica A2 con un’alimentazione completamente elettrica ed è interamente dotato di aria condizionata centralizzata con sistemi di ricambio dell’aria. Previsti anche gli accessi per le persone disabili ed ipovedenti con apposite guide presenti a terra.

L’interno della Casa della Salute di Quarrata

La mobilità interna è garantita dall’ascensore che collega i singoli piani che, essendo complanari, favoriscono i vari percorsi assistenziali che devono compiere i pazienti e una più fattiva collaborazione tra il personale. L’Azienda Sanitaria ha investito complessivamente 1.700.000 euro comprensivi dell’acquisto dell’immobile, delle dotazioni informatiche e degli arredi.

 Sette aree. Il piano terra è articolato in tre aree. Subito all’ingresso c’è un’ampia sala d’attesa con gli sportelli amministrativi polifunzionali di accoglienza ed informazione al cittadino per lo svolgimento di tutte le pratiche amministrative (prenotazioni Cup, scelta e revoca del medico, esenzioni, ecc…). Per la privacy ed il contenimento dei rumori sono stati istallati sopra alle postazioni pannelli fonoassorbenti.

In contiguità c’è l’area del punto prelievo, gli ambulatori oculistico e logopedico e l’area del coordinamento sanitario, dottor Carmelo Cocivera e infermieristico, Paola Panichi, oltre a stanze tecniche di supporto e per il personale.

Al piano terra è stato collocato anche l’ambulatorio per le certificazioni medico legali.

Cocivera ha evidenziato che i nuovi ambienti migliorano l’integrazione sia funzionale che operativa delle varie attività a vantaggio del cittadino che, in pochi metri, se necessario, avrà assicurati tutti i servizi necessari al suo percorso assistenziale.

Il primo piano è stato funzionalmente suddiviso in quattro aree: l’area ambulatoriale per le specialistiche di dermatologia, geriatria, ginecologia, psichiatria, urologia; l’area materno-infantile con il Pediatra di famiglia, la dottoressa Giovanna Diana, il consultorio, la stanza per i corsi di preparazione al parto, le vaccinazioni pediatriche e tutti i servizi dedicati alle donne con gli ambulatori ostetrico e ginecologico; l’area della cronicità con l’assistenza infermieristica, anche domiciliare, e gli ambulatori dichronic care model (assistenza programmata per esempio per i pazienti diabetici, con scompenso cardiaco, BCPO) e l’area dell’assistenza sociale.

Stefania Saccardi

L’ampia sala delle riunioni sarà invece utilizzata per le riunioni dei Medici di Famiglia, per gli incontri con la cittadinanza e messa a disposizione delle Associazioni di Volontariato locali.

Sono al momento cinque i Medici di Famiglia che hanno i loro ambulatori all’interno della Casa della Salute e sono: Sabrina Sergio Gori, coordinatore della area funzionale territoriale (AFT), Roberto Torselli, Giampaolo Felici, Giacomo Lunardi  e Leandro Daddi oltre alla pediatra Giovanna Diana per un totale di 6.433 assistiti.

Abbiamo aderito con entusiasmo a questo progetto — ha dichiarato Sergio Gori — perché siamo convinti che migliorerà ulteriormente la qualità dell’assistenza: i nostri pazienti potranno disporre di un medico sempre presente e trarre vantaggi dalle altre figure professionali con le quali condivideremo, anche in tempo reale, le notizie. Saranno inoltre sviluppare le nuove forme di assistenza come la sanità d’iniziativa. Per garantire la continuità assistenziale auspichiamo che, in prospettiva, sia collocata anche la guardia medica”.

La struttura dispone di un parcheggio per 29 posti auto ed essendo in una posizione centrale è raggiungibile anche dai mezzi pubblici: l’amministrazione comunale ha previsto davanti all’edificio la fermata dell’autobus con corse ogni venti minuti e in orari coincidenti con l’apertura dei servizi, è stato inoltre istallato, ed è già funzionante un semaforo per facilitare l’attraversamento della via Montalbano ai pedoni.

Tanti gli artisti locali che hanno contributo con le loro opere all’allestimento degli spazi interni oltre a vari soggetti privati che hanno anche collaborato per la buona riuscita dell’inaugurazione. 

Molti cittadini, in questi giorni si sono prodigati in vario modo per l’apertura della Casa della Salute, manifestando quindi senso civico e di appartenenza ad un bene comune.

L’Azienda oltre a ringraziare il personale per l’impegno straordinario di questi giorni ringrazia anche tutta la comunità ed in particolare, per le donazioni ricevute, i seguenti artisti e privati:

Alberto Branchetti, Amerigo Dorel, Barbara Pratesi, Consuelo Bellini, Elena Tredici, Fabio Carmignani, Federico Gori, Fernanda Morganti, Gianfranco Gaggioli, Giorgio Butini, Graziano Vannucci, Loriana Capecchi, Marcello Fabbri, Marcello Scuffi, Mirko Borgioli, Roberto Sguanci, Salvatore Magazzini, Bottega d’Arte Ventura, Caffetteria Pasticceria Zitelli Marco, Casa del Mobile, Vannucci Piante.

[asl toscana centro]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento