quarrata. BLITZ ESTIVO E PULIZIA STRAORDINARIA DENTRO IL LETTO DEL TORRENTE FERMULLA

Volontari a lavoro

Ma le telecamere installate lungo il percorso ciclopedonale hanno mai permesso di multare qualche responsabile?

QUARRATA. I volontari di Legambiente di nuovo dentro l’alveo del Fermulla nel tratto cittadino tra via San Lorenzo e via Roma. È la terza volta dall’agosto 2019. E come allora la pulizia accurata di circa 300 metri del torrente, completamente in secca, ha comportato una raccolta di micro-rifiuti importante tale da riempire (non interamente) cinque sacchi neri, uno per volontario partecipante.

“Non smettiamo e non smettereno mai di sensibilizzare la popolazione per cercare di risolvere i problemi ambientali. A Settembre riprenderemo a incontrare nelle frazioni del territorio i cittadini per esaminarli uno ad uno”.

Una nuova pulizia straordinaria

“Quella dei giorni scorsi all’alveo del Fermulla – spiega Daniele Manetti – era una pulizia straordinaria da fare con urgenza. Abbiamo chiesto e ottenuto l’autorizzazione dall’ufficio Ambiente del Comune e muniti di guanti, sacchetti e di tutto l’occorrente abbiamo raccolto un po’ di tutto: farmaci scaduti, bottigliette di plastica, lattine di alluminio, contenitori per il thè, pacchetti vuoti per le sigarette, cicche, bottiglie di vetro perché nessuno si è preso la bega di depositare questi oggetti dentro i cestini dislocati lungo il percorso ciclopedonale.

Torno a dire che si tratta di un comportamento davvero disgustoso, indice di mancanza di educazione e senso civico. Comportamento che ci fa capire quando ci sia ancora da lavorare per far capire a queste persone incivili quanti danni recano all’ambiente. Gli unici abitanti del torrente in secca al momento restano i gamberi Killer”.

Alia provvederà nei prossimi giorni a rimuovere i sacchi neri accantonati a lato dei giardini pubblici di via San Lorenzo con tanto di cartello di Legambiente Quarrata.

Al momento non sappiamo se le telecamere installate lungo il percorso del Fermulla abbiano ripreso gli abbandoni illegali di rifiuti e se da parte del locale comando di Polizia Municipale siano mai state elevate multe ai responsabili. 

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email