quarrata. CASA DELLA SALUTE, A FINE MESE L’ATTO DEFINITIVO DI COMPRA-VENDITA

La Casa della Salute di Quarrata 2

QUARRATA. A quattro anni di distanza dalla procedura aperta di ricerca dell’immobile per la nuova Casa della Salute di Quarrata e a tre anni dalla conclusione della gara che ha visto l’assegnazione a Gemignani Nicola – Casa Selezione snc per un importo di €. 1.605.153,46, oltre Iva per complessivi € 1.958.287,22 il 30 novembre prossimo sarà stipulato l’atto definitivo di compra-vendita dell’immobile e in tempi brevi sarà possibile procedere alla inaugurazione.

Nel dicembre 2015 l’Asl Toscana Centro aveva disposto l’aggiudicazione della gara approvando uno schema di preliminare di comprevendita che prevedeva inizialmente un termine per l’ultimazione dei lavori di 8 mesi dalla data di stipula del preliminare.

In base ad una modifica successiva alla bozza di preliminare era stato stabilito come termine per l’ultimazione dei lavori dell’immobile di via Montalbano il 31 gennaio 2017 e oltre ad un aumento dell’aliquota Iva che si fosse verificata era stato posto a carico della parte venditrice, in vista dei rilievi ipotecari emersi sull’immobile, di effettuare anche un preliminare di acquisto sottoscritto alla presenza di un notaio e quindi soggetto sia a registrazione che trascrizione.

Tale atto definitivo di vendita doveva essere rogato in un primo tempo entro il 29 aprile scorso, poi una successiva proroga ha fissato il termine al 30 luglio.

La “Casa della Salute” di Quarrata

A seguito del ritardo registrato nell’esecuzione dei lavori della struttura (111 giorni in tutto) è stata applicata da parte dell’Asl una penale pari ad € 44.400,00.

Dopo la presentazione di tutte le certificazioni legate alla realizzazione il responsabile del procedimento ha proceduto a verificare in contraddittorio con il tecnico di Gemignani l’idoneità e la rispondenza dell’immobile e quindi il 30 novembre prossimo si procederà finalmente alla stipula dell’atto definitivo di compra-vendita.

Al momento della sottoscrizione dell’atto in base alla legge annuale per il mercato e la concorrenza dovrà essere dimostrato il versamento di “tutte le somme dovute a titolo di tributi per i quali il medesimo sia sostituto o responsabile di imposta”.

Con la determina l’Asl ha provveduto a pagare a Gemignani la cifra di € 1.201.780,16, al netto di € 34.188,00, importo della penale oltre alla fattura di € 369.185,30, oltre iva al 10%, pari a € 36.918,53 e al notaio Lorenzo Zogheri di Pistoia per la stipula dell’atto definitivo di compra vendita una fattura di complessivi € 131.059,35 (per imposte ipotecarie di registro e catastale, imposte di bollo e onorari professionali).

Scarica la delibera

 [Andrea Balli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento