QUARRATA, CENTRO RIFIUTI INGOMBRANTI PRONTO ENTRO OTTOBRE

lavori in via Bocca di Gora 1
Il cantiere in via Bocca di Gora e Tinaia a Quarrata

QUARRATA. I lavori per la realizzazione del centro di raccolta rifiuti ingombranti in via Piero della Francesca, angolo via Bocca di Gora e Tinaia, stanno proseguendo. Lo ha comunicato ieri mattina il sindaco dalla sua pagina facebook dove ha tenuto a precisare che “saranno terminati entro ottobre 2015”.

”Si tratta – ha scritto il primo cittadino – di un ulteriore servizio fondamentale per la nostra città, complementare alla raccolta porta a porta”.

Sull’argomento è intervenuto Daniele Manetti, esponente del comitato di Olmi che ha precisato: “Come comunica il sindaco il centro di raccolta dei rifiuti ingombranti sarà pronto entro ottobre. Questo però a nostro avviso non risolverà il problema dei rifiuti abbandonati ai bordi delle strade. Infatti tutti i clandestini e i furbi del Comune di Quarrata continueranno a fare come sempre hanno fatto.

È noto che per portare i rifiuti nel centro raccolta bisognerà dare il proprio nome, cognome e indirizzo. La soluzione quindi per noi è un’altra e l’abbiamo illustrata innumerevoli volte: un percorso partecipato per la gestione dei rifiuti a 360°”.

Rifiuti abbandonati
Rifiuti abbandonati

Sul fronte dell’abbandono dei rifiuti ai bordi delle strade intanto non sembra che sia cambiato granché. Lo si evince dal quinto resoconto sui rifiuti fatto dallo stesso Manetti insieme ad un gruppo di cittadini sensibili alla problematica.

Dal certosino resoconto continuano ad emergere grossi quantitativi di rifiuti abbandonati ai bordi delle strade, talvolta anche di fronte a fotocamere di controllo fatte installare dal Comune stesso.

“Cosa è cambiato nel comune di Quarrata su questa problematica da quando abbiano iniziato la raccolta differenziata porta a porta? L’amministrazione comunale oltre a snocciolare dati sulla raccolta dovrebbe risolvere questo problema reale”.

Gli ultimi sopralluoghi fatti dai volontari quarratini – precisamente martedì 2 e giovedì 4 giugno – hanno evidenziato ancora la presenza di discariche abusive e rifiuti abbandonati ai bordi delle strade in via Larga, via Rubattorno, via Bologna, via del Casone. I cittadini hanno scattato delle foto che hanno provveduto prontamente a consegnare al responsabile tecnico della gestione dei rifiuti in Comune.

Rifiuti abbandonati
Rifiuti abbandonati

“Come sempre – spiega Daniele Manetti – riportiamo le nostre osservazioni e le stesse conclusioni !!! Fare controlli della gestione dei rifiuti sul territorio è faticoso, ma senza stancarsi mai e sempre in clima di collaborazione e partecipazione cerchiamo di dare un contributo per la soluzione di questa problematica, così difficile e complicata e durante questo percorso partecipativo e trasparente sono ammesse da parte dei cittadini tutte le osservazioni e correzioni! Abbiamo notato purtroppo che continua l’accumulo di rifiuti nelle discariche abusive storiche, sotto le fotocamere.

“Le discariche abusive storiche vengono ripulite dal Cis, ma di solito i rifiuti ci vengono riportati di nuovo. Il deterrente delle fotocamere non basta! Il comandante dei vigili urbani di Quarrata Marco Bai ci ha spiegato che ci sono 6 postazioni fisse, in prossimità delle discariche abusive conosciute, con due fotocamere a girare poste casualmente in due delle postazioni che scattano fotografie, che poi vengono catalogate e vagliate. Ma si tratta di fotografie e non di video purtroppo!

Rifiuti abbandonati
Rifiuti abbandonati

“Vedremo i risultati di tutto questo meccanismo nei prossimi giorni. Inoltre abbiamo chiesto al comandante quanto possa valere una testimonianza di un cittadino che trova un altro cittadino a scaricare rifiuti abusivamente lungo i bordi di una strada. Il comandante, in estrema sintesi, ha risposto che è quasi nulla, perché è complicatissimo, con le leggi attuali, poter far valere queste testimonianze ed inoltre i passaggi burocratici e legali sono lunghissimi”.

Secondo Daniele Manetti – come ribadito più volte – “le vere fotocamere e telecamere sono gli occhi dei cittadini e la partecipazione diretta alle problematiche ambientali”. “Quanto costano al cittadino tutte queste discariche abusive e quanto multimateriale può tornare indietro dagli Enti e dalle ditte che lo raccolgono? È arrivato di nuovo il momento – conclude – dopo 5 resoconti, di fare una riunione tecnica urgente su tutta la problematica riguardante la raccolta differenziata e fare di nuovo un confronto faccia a faccia con la nostra Amministrazione Comunale”.

Vedi anche:

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “QUARRATA, CENTRO RIFIUTI INGOMBRANTI PRONTO ENTRO OTTOBRE

  1. Come sempre Andrea Balli descrive in modo molto minuzioso e tecnico le problematiche ambientali ed i problemi reali del nostro Comune di Quarrata , altrettanto minuzioso e PARTECIPATO dovrebbe essere il lavoro della nostra amministrazione per risolvere questa gravissima problematica , ma ad OGGI NIENTE!!!Niente partecipazione e niente coinvolgimento diretto dei cittadini per una GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI a 360° . Non mollare mai !!!!!!

    Daniele Manetti (da fb)

Lascia un commento