quarrata. COPIT, VETRO IN FRANTUMI. UNA NUOVA AZIONE DEL DANNEGGIATORE SERIALE?

Ci appelliamo alla madre, al medico di famiglia, alle istituzioni

Vetro in frantumi

QUARRATA. Sono ancora in corso i dovuti  accertamenti da parte dei carabinieri ma a quanto sembra a mandare in frantumi un vetro dell’autobus della Linea 13 del Copit che da Quarrata si dirigeva verso Pistoia questo pomeriggio attorno alle 17 sarebbe stato proprio il giovane 24enne di Quarrata, fin troppo al centro dell’attenzione da qualche mese a questa parte.

Immagini diffuse su facebook questo pomeriggio porterebbero proprio a lui.

E se ne parliamo e continuiamo a dare visibilità a questa persona è perché fortunatamente non c’è stato nessun ferito a causa sua ma poteva esserci sia all’interno dell’autobus che all’esterno e perché ciò che sta facendo è comunque ognuno la pensi una disperata richiesta di aiuto.

L’escalation di questi giorni con la protesta dei cittadini, la convocazione del comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico e ieri sera anche una diretta facebook promossa da H109 sul tema “Manolo, ma potrebbe essere anche Luca, Vittorio o Giuliano. È una storia che ci riguarda. Parliamone insieme” (con oltre un centinaio di “spettatori”) per parlare del danneggiatore seriale non può che far male all’immagine di una città intera, Quarrata, che sembra ostaggio di questo personaggio forse in cerca di risposte da parte di qualcuno che sappia davvero guidarlo.

Ci appelliamo pubblicamente in primis alla madre perché si renda disponibile, al medico di famiglia perchè valuti l’intero quadro clinico, alle istituzioni perché riescano a contenere al meglio una situazione che potrebbe sfuggirle di mano.

In questo momento non è certo la detenzione la soluzione migliore. Ma neppure quella di lasciargli fare quello che gli pare.

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email