quarrata. DUE NUOVE ANTENNE DI TELEFONIA MOBILE

Legambiente: "Stiamo appurando sul posto che tutto proceda correttamente nel rispetto delle leggi attuali e dei regolamenti comunali"
Manetti in via Piero della Francesca

QUARRATA. Due nuovissime antenne per la telefonia mobile sono state installate a Quarrata: una in Via Piero della Francesca (dalla Società Iliad) e l’altra presso il Centro Eco di via Bocca di Gora e Tinaia (dalla Wind). Entrambe si trovano su un terreno di proprietà del comune di Quarrata.

“Ad oggi – spiega il presidente di Legambiente Quarrata Daniele Manetti — per il loro controllo e per tutte le altre antenne installate nel territorio quarratino è in vigore un regolamento del Comune di Quarrata a cui si è giunti anche grazie alle rivendicazioni dei cittadini e dell’impegno di Legambiente Quarrata. Proprio in questi giorni stiamo appurando sul posto che tutto proceda correttamente nel rispetto delle leggi attuali e dei regolamenti comunali aggiornati così da tutelare al meglio la salute dei cittadini dall’inquinamento elettromagnetico”.

Per la procedura di installazione delle nuove antenne sul territorio comunale – come riferito a Legambiente Quarrata dal responsabile dell’ufficio Ambiente del comune ingegnere Andrea Casseri — ogni anno i gestori di telefonia mobile, legittimati da una autorizzazione generale per la fornitura di servizi di comunicazione elettronica, ad uso pubblico, rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico, nel mese di ottobre presentano il proprio piano di sviluppo, comunicando le loro necessità (aree di ricerca).

Tali piani di sviluppo vengono esaminati da esperti esterni su incarico del Comune (ultimamente dalla società Polab ), che con specifici programmi informatici valutano l’impatto elettromagnetico di ciascun nuovo impianto, tenendo presente la sovrapposizione dell’impatto elettromagnetico generato dalle antenne già presenti.

.. e in via Bocca di Gora e Tinaia

Questa fase avviene nel rispetto del Regolamento di Telefonia mobile, approvato con delibera di C.C. n. 31 del 18/05/2009, previlegiando i siti di proprietà comunale per l’installazione di nuove antenne (si veda per un approfondimento: http://www.comunequarrata.net/02uffici/ambiente/telefonia_mobile_2019/RT_008_16_P_05.pdf ).

L’aggiornamento annuale del Piano di Telefonia mobile viene approvato dalla Giunta Comunale e pubblicato sul sito internet del Comune.

Nel momento in cui un gestore di telefonia mobile vuole realizzare una nuova antenna o adeguarne una nuova, nel rispetto del Piano di telefonia mobile presenta l’istanza al Suap, il quale inoltra ad Arpat gli elaborati tecnici per il rilascio di un loro nulla – osta.

In questa fase, Arpat, Ente terzo, valuta il rispetto dei limiti normativi dell’emissione elettromagnetica e nel caso di loro superamento viene rilasciato parere negativo, al quale segue la comunicazione di diniego al Gestore. Quindi, ogni nuova antenna ed ogni adeguamento dell’esistente viene necessariamente validato da Arpat.

“Come associazione — conclude Manetti —  siamo intenzionato a organizzare presso un locale pubblico una assemblea tecnica per fare il punto della situazione sulle antenne di telefonia mobile e parlare anche delle nuovissime tecnologie 5 G, in particolare di quelle legate alla nuova casa demotica”.

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email