“QUARRATA FOLK FESTIVAL”, TUTTE LE NOVITÀ

Conferenza stampa per Quarrata Folk festival
Conferenza stampa per Quarrata Folk Festival

QUARRATA. A distanza di una settimana dall’inizio della prima edizione del  “Quarrata Folk Festival”, in programma nel complesso monumentale della Villa Medicea La Magia per il 26 e 27 giugno prossimi, si è tenuta ieri mattina una conferenza stampa di presentazione del festival.

Dopo i saluti del Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti, il direttore artistico Riccardo Tesi ha illustrato ai presenti il programma del Festival.

Il 26 giugno è Fanfara Tirana il gruppo di punta della serata. Era il 2002 quando una parte della Fanfara dell’Esercito Albanese cominciò, per scherzo durante le prove, a suonare dei brani tradizionali con strumenti a fiato. Nasceva così Fanfara Tirana e riportava l’orologio nel lontano 800 quando la prima fanfara albanese faceva ingresso nella storia. Fanfara Tirana diventa una delle più grandi attrazioni in giro per l’Europa e i fans coniano per loro la frase: “Loro fanno ballare anche i morti!”.

La Fanfara Tirana
La Fanfara Tirana

Li accompagna sui palchi una leggenda vivente della cultura folk, il cantante Hysni (niko) Zela. Registrano il loro primo album soltanto nel 2008 ed è stata, per molti anni, l’unica band ad aver fatto tourné internazionali senza avere un album sul mercato. L’album è “Kabatronics”  e viene considerato dalla critica mondiale una pietra miliare della World Music.

A inaugurare la serata, prima di Fanfara Tirana, suoneranno sul palco nel prato dei ciclamini Redi Hasa (violoncello) e Maria Mazzotta (voce) con un’ideale rappresentazione che vede il Mediterraneo al centro geografico e musicale. Da un lato il Salento, che fa dialogare l’Europa con l’Oriente, dall’altro Tirana, capitale di una terra ricca di contrasti. Il loro repertorio vede protagonisti le storie del Sud Italia e dei Balcani.

il “gaitero” Hevia
il “gaitero” Hevia

A mezzanotte Carlo Maver, allievo del grande maestro argentino Dino Saluzzi,  chiude la serata nel prato della Fontana di Buren con un concerto per bandoneon.

Il 27 giugno il prato ospiterà in apertura il Duo Bottasso, Simone e Niccolò, i due giovani fratelli della world music, con uno spettacolo che unisce composizioni proprie e reinterpretazioni di brani tradizionali delle valli occitane, per proseguire con una star indiscussa: Hevia.

Dopo le partecipazioni all’Mtv Rtl Musiv Awards e il concerto in mondovisione di fronte al Papa, il “gaitero” Hevia  propone a Quarrata il repertorio di “Obsession”, i brani musicali che lo hanno reso famoso in tutto il mondo, inediti e interpretazioni con la cornamusa di brani presi dal repertorio di tango argentino reperiti dai gaiteros asturiani emigrati a Buenos Aires. Una canzone per tutte: “Luz De Domingo”, il brano che è stato scelto come tema del film omonimo con cui Jose Luis Garci ha vinto il premio Oscar.

A mezzanotte di nuovo il Duo Bottasso chiuderà il Festival con un travolgente Balfolk nella Limonaia di Ponente della Villa.

Il programma
Il programma

Numerosi i concerti collaterali,  a partire dall’inizio del Festival previsto per il 26 alle ore 19 presso le Scuderie, dove il gruppo Two Fol Quartet, quattro clarinetti che spaziano dalle ouverture al jazz, inaugurano la manifestazione.

E poi ancora, il 27, alle 19, Maurizio Geri che presenta il suo ultimo Cd “Swing a Sud” e il suo ultimo libro “La chitarra jazz manouche”;  il percorso sonoro, sempre sabato 27 alle ore 16:30, “Il bosco incantato”, un itinerario all’interno del bosco de La Magia con stazioni sonore animate da sei musicisti.

Per chi volesse visitare la Villa e il suo giardino, sono previste tre  visite gratuite per il pomeriggio del sabato. Il Festival è sostenuto da Consiag Estra, Conad, Vannucci Piante, Toscana Energia.

“Siamo alla prima edizione di un progetto completamente nuovo per Quarrata – commenta il Sindaco Mazzanti –, un progetto musicale che mi auguro troverà continuità anche nei prossimi anni e che ci consentirà di portare nella nostra città il meglio della scena folk internazionale. Già da quest’anno, infatti, il programma si presenta ricco e accattivante e in più, a fare da contorno agli eventi e concerti, la nostra splendida Villa, che vede una nuova occasione di promozione, grazie al connubio fra arte, storia e musica. Auspico una grande partecipazione a questo festival, che ha tutte le carte in regola per affermarsi come appuntamento fisso del panorama culturale della nostra provincia e non solo. Un ringraziamento speciale va agli sponsor che sostengono la manifestazione e alla direzione artistica e organizzativa del festival”.

Info: www.comune.quarrata.pt.itwww.boxofficetoscana.it. Prenotazioni visite al bosco e alla villa: 0573 774500

[comune quarrata]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento