quarrata. I CITTADINI SONO IL VERO PATRIMONIO DI UNA CITTÀ

Volt Toscana interviene a proposito della rigenerazione del patrimonio urbano annunciata dal sindaco Marco Mazzanti

Il Polo Tecnologico di Quarrata

QUARRATA. Per quanto i propositi siano buoni, anche con i nuovi progetti di rigenerazione urbana, la giunta comunale quarratina continua a perdere di vista quello che è il vero patrimonio di una città: i cittadini.

Non basta infatti inaugurare un’opera e pensare che il lavoro termini con il taglio del nastro: serve progettualità affinché l’opera si integri con il territorio, dialoghi con gli abitanti e sia attrattiva per gli utilizzatori. .

Creare un nuovo teatro comunale può essere un’ottima idea, ma sperare che venga sfruttato appieno senza avere una chiara programmazione artistica, porterebbe allo stesso errore fatto con il polo tecnologico espositivo: prima lasciato vuoto, trasformato poi in uffici comunali e adesso siamo già a parlare di una nuova riconversione.

La stessa cosa sta accadendo anche per la ciclovia, opera fondamentale se inserita in un progetto di mobilità sostenibile e slow tourism, magari con collegamenti a progetti simili di città limitrofe, ed invece è lasciata senza un vero e proprio piano che possa stimolarne l’utilizzo.

Insomma, Quarrata è una città con un enorme potenziale inespresso che sarà destinato a rimanere tale, almeno fino a quando non capiremo che il patrimonio comunale non sono solo edifici o infrastrutture, ma anche e soprattutto le persone che vivono il territorio ogni giorno.

Marco Giammarioli

Coordinatore regionale Volt Toscana

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email