quarrata. IN BICI DALLA MAGIA ALLA QUERCIOLA

Sabato 17 settembre sarà inaugurato il tratto ciclopedonale conclusivo del progetto «Progetto per la sostenibilità urbana-mobilità ciclabile finalizzata al potenziamento della fruibilità turistica»
Il manifesto
Il manifesto

QUARRATA. Sarà inaugurato sabato 17 settembre alle 17 il nuovo percorso ciclopedonale che collega il bosco di Villa La Magia in via Vecchia Fiorentina I tronco all’area naturale protetta “La Querciola” in località Caserana.

Il bosco annesso al complesso monumentale della villa medicea e l’area umida di Caserana sono le due Anpil (area naturale protetta di interesse locale) presenti sul territorio comunale di Quarrata, che grazie a questo intervento di mobilità ciclabile saranno collegate da un percorso sostenibile, immerso nel verde e nella natura delle campagne quarratine, attraversando anche alcuni punti nevralgici della viabilità cittadina, come via Montalbano e via Firenze.

Un collegamento non solo ideale, dunque, tra le due aree naturalistiche, che consentirà l’attraversamento di gran parte del territorio comunale da ovest a est.

Dopo l’apertura dei vari tratti della direttrice sud-nord che collega la zona di Ronchi alla frazione di Olmi, passando per il centro cittadino, con l’inaugurazione di questo ulteriore percorso si va a completare il “Progetto per la sostenibilità urbana – mobilità ciclabile finalizzata al potenziamento della fruibilità turistica”, i cui lavori erano stati avviati nell’aprile 2015.

Si è trattato di uno dei progetti Piuss (piani integrati di sviluppo urbano sostenibile) cofinanziati dalla Regione Toscana per il 60% degli importi e dal comune di Quarrata per il 40% con fondi propri, un intervento da 3 milioni e 730 mila euro, di cui 2 milioni e 100 mila euro finanziati dalla regione Toscana.

mobilita_sostenibileSabato pomeriggio il ritrovo è previsto alle ore 17 presso l’area sgambatura cani di Villa La Magia in via Vecchia Fiorentina I tronco, nei pressi della rotatoria dei Martiri, per saluti istituzionali e taglio del nastro. Dopodiché è prevista una “biciclettata” di circa 5 km lungo tutto il nuovo tratto di percorso ciclopedonale con arrivo a Casa di Zela, nell’area naturale “La Querciola”, dove sarà organizzata una merenda contadina gentilmente offerta dall’associazione Amici Casa di Zela.

Lungo il percorso sono previste delle fermate per scoprire i cartelli della toponomastica che individuano tre tratti distinti, intitolati rispettivamente a Marco Colligiani, Fausto Coppi e Banchelli Loris e Giovanni (detto Otello).

“Con l’inaugurazione di questo percorso si va a concludere il progetto di mobilità ciclabile nel comune di Quarrata – commenta il sindaco Marco Mazzanti – che consente alla nostra città di dotarsi di una rete alternativa per spostamenti a piedi e in bicicletta.

“Congiungendo due punti di particolare interesse storico e naturalistico, questa direttrice ha anche una spiccata vocazione turistica. Il cicloturismo è già abbastanza diffuso nelle nostre zone e rappresenta sicuramente una tendenza che potrà essere incrementata anche grazie a interventi di questo genere. Un’importante opera pubblica dunque, che va a beneficio di una mobilità sostenibile per i nostri concittadini e di un’ulteriore attrattiva per un turismo rurale e slow”.

[comune quarrata]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “quarrata. IN BICI DALLA MAGIA ALLA QUERCIOLA

  1. Ho avuto modo di fare a piedi questa passeggiata e devo dire che è molto bella, anche se devo dire che per attraversare il ponte torto dovrà essere istallato un semaforo perché non si vede niente e può diventare molto pericoloso.

    Roberto Chiti (da fb)

  2. Queste ciclabili fatte sugli argini dei nostri fiumi mi creano seri problemi perché gli argini sono fragili e mostrano troppo spesso degli smottamenti.
    Se gli argini si indeboliscono e franano possono coinvolgere qualcuno ? Le spese per rifarle a chi spettano? La manutenzione a chi spetta ?

    Flavio Berini (da fb)

Lascia un commento