quarrata. INSEGNANTI DA NOMINARE E SOLITA STORIA DEL “PIOVE GOVERNO LADRO”

La Lega Quarrata risponde al dirigente Luca Gaggioli e al sindaco Marco Mazzanti
La Scuola Media di Quarrata

QUARRATA. Negli ultimi giorni sono apparsi sui mezzi d’informazione e sui social articoli e post pubblicati dal Dirigente Scolastico del I° circolo di Quarrata conditi poi dalle dichiarazioni del Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti in merito ai ritardi della nomina degli insegnanti nelle Scuole del territorio Comunale.

Siamo alla solita vecchia storia del “piove Governo ladro”: sia il dirigente che il Sindaco Mazzanti si scagliano contro il Ministro della Pubblica Istruzione e il Governo Giallo Verde in generale, incolpandoli in toto della endemica e ormai annuale questione della nomina degli insegnanti dopo l’inizio dell’anno scolastico.

Ricordiamo al Dirigente che il l’attuale Governo è in carica da meno di 120 giorni e il Ministro della pubblica istruzione si è trovato di fronte la questione degli Insegnanti col diploma Magistrale non di ruolo estromessi dall’insegnamento dalla sentenza del Consiglio di Stato, con effetto settembre 2018 e in parte poi reinseriti con la proroga passata all’Interno del decreto Dignità fino al giugno 2019.

Oltre ciò si trova a gestire gli effetti della così detta riforma “Buona Scuola” (che evidentemente tanto buona non era perché invisa a Sindacati Cgil inclusa, insegnanti, personale Ata, Amministrativi ecc.) e il costante trasferimento degli insegnanti provenienti da altre regioni cosa ormai atavica e che crea non pochi problemi ad alunni e studenti alcuni dei quali in 5 anni hanno cambiato 5 insegnati diversi.

Non ci risulta che lo stesso Dirigente gli scorsi anni si sia preoccupato più di tanto anche quando fra i vari provvedimenti del Governo Monti ci sono stati tagli lineari al comparto, con mancate nomine di supplenti per personale Ata e amministrativi dopo certificati medici di una settimana. Ne si sia stracciato più di tanto le vesti dopo la riforma Fornero che costringe persone di 67 anni all’insegnamento.

Per quanto riguarda il Sindaco, Marco Mazzanti, la sua non è altro che una mera strumentalizzazione politica, nessuno ha accusato o può accusare il Comune di misure che non gli competono, meglio farebbe ad occuparsi di ciò che gli compete e cioè la manutenzione dei plessi scolastici, molti dei quali, come ben noto, sono sprovvisti di certificazione antisismica.

Lega Quarrata.  

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento