quarrata. LA DIFFERENZIATA VERSO IL 70 PER CENTO. PARTE LA CAMPAGNA PER UTENZE NON DOMESTICHE

Illustrate dal presidente di Alia Nicola Ciolini le novità che riguarderanno circa 2.300 utenze non domestiche, sia commerciali che produttive. Obiettivi: migliorare la qualità dei rifiuti raccolti e incrementare l’avvio al riciclo

La conferenza stampa di ieri

QUARRATA. Nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri, alla quale hanno partecipato il Sindaco Gabriele Romiti, l’Assessore Patrizio Mearelli oltre a Nicola Ciolini, presidente di Alia Servizi Ambientali intervenuto insieme ai tecnici della stessa società, sono state illustrate le novità che nel territorio comunale di Quarrata riguardano circa 2.300 utenze non domestiche, sia commerciali che produttive. Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 116/2020 sono state infatti apportate modifiche al Testo Unico Ambientale, che hanno prodotto una nuova classificazione dei rifiuti non domestici considerati simili per natura a quelli prodotti dalle utenze domestiche.

Gli aggiornamenti normativi hanno offerto la possibilità di migliorare l’efficienza dei servizi di raccolta, specialmente per la frazione residua non differenziata, le cui frequenze di raccolta possono ridursi da tre ad un passaggio settimanale, cosa resa possibile con il parallelo incremento delle frazioni differenziate; in una prima fase sperimentale, la modifica nelle frequenze di raccolta è stata introdotta da fine 2021. Nel comune di Quarrata la percentuale di raccolta differenziata è passata dal 62% del 2020 ad oltre il 67% nel 2021, con la possibilità di superare il 70% nel corso del 2022. I quantitativi di rifiuti differenziati raccolti per essere avviati a riciclo a Quarrata sono passati dalle 8.740 t del 2020 alle 9.400 t del 2021 (+ 7,5%) mentre la previsione sui primi nove mesi di quest’anno conferma un dato stabile di circa 9.500 t a fine anno.

Visti i buoni risultati, Alia Servizi Ambientali, in accordo con l’Amministrazione Comunale, ritiene a questo punto opportuno avviare presso tutte le utenze non domestiche una campagna informativa che consolidi ulteriormente il sistema di raccolta e che, attraverso sopralluoghi presso ogni attività, ridefinisca in base alle singole necessità i volumi dei contenitori attualmente a disposizione.

Raccolta differenziata
La campagna informativa ha lo scopo di migliorare la quantità e la qualità dei materiali raccolti separatamente, verificando la corretta gestione dei rifiuti urbani residui. Tali attività prevedono:

  • la verifica dei conferimenti di rifiuto residuo non riciclabile e la conseguente rimodulazione della dotazione degli strumenti di raccolta utilizzati da ogni utenza, sostituendo, laddove possibile, i bidoni carrellati di grandi dimensioni con bidoncini carrellati di piccola/media dimensione, al fine di ridurre le necessità di conferimento di tale frazione residua;
  • la verifica dei conferimenti di carta e cartone, informando l’utenza sulla corretta separazione delle due frazioni, nonché la valutazione di un’eventuale consegna di specifici contenitori destinati a tale frazione cellulosica;
  • la verifica delle esigenze delle utenze non domestiche che necessitano di una fornitura di contenitori specifici e sacchi per la raccolta della frazione organica e del multimateriale leggero (imballaggi in plastica-metallo-tetrapak -polistirolo) al fine di incrementare i flussi di tali materiali, così da essere avviati a compostaggio o riciclo;
  • l’incentivazione dei ritiri in proprietà privata attraverso accordo scritto al fine di migliorare il decoro urbano e di ridurre gli abbandoni sulla pubblica via.

A tutte le utenze non domestiche verrà consegnato un calendario della raccolta e una guida alla raccolta stessa, con dizionario dei rifiuti, strumenti disponibili anche sul sito www.aliaserviziambientali.it .

La campagna informativa è relativa ai soli rifiuti urbani e non ai rifiuti speciali, che ogni gestore di attività, quale produttore in conformità alla normativa vigente, deve già avviare a smaltimento o recupero fuori dai servizi in concessione ad Alia.

La contattazione a domicilio delle circa 2.300 utenze non domestiche quarratine da parte dei tecnici di Alia prenderà il via lunedì 7 novembre 2022 e si concluderà, presumibilmente, prima delle prossime Festività.

Nel corso della conferenza stampa è stato fatto anche il punto sui lavori di adeguamento dell’Ecocentro ECO di via Bocca di Gora e Tinaia, per il quale è in corso da parte di Alia, a seguito degli investimenti previsti, la fase di progettazione di un nuovo edificio finalizzato a migliorare l’accoglienza degli utenti oltre a prevedere un allargamento del deposito di stoccaggio dei rifiuti pericolosi (batterie, olio minerale, etc.).

All’incontro era presente anche Legambiente Quarrata

“Un ulteriore passo avanti fondamentale, ha detto il sindaco Gabriele Romiti, nella gestione dei rifiuti prodotti dalle aziende del territorio. Questo nuovo progetto con Alia vuole mandare alla città un messaggio chiaro sull’attenzione che questa amministrazione riserva all’ambiente e al decoro urbano. Sono molto soddisfatto anche per i risultati della raccolta differenziata a Quarrata, che è in procinto di arrivare al 70%. Sicuramente c’è ancora molto da lavorare sull’educazione al rispetto e alla tutela della città e del territorio”.

“Le aziende hanno necessità di sapere bene come funziona la deassimilazione, spiega l’assessore Mearelli, che la legge ci impone di fare. L’amministrazione, con Alia, si impegna a fare un’operazione di comunicazione e divulgazione importante, per favorire le imprese del territorio e la loro produttività”.

“I numeri della raccolta differenziata a Quarrata stanno crescendo grazie alla preziosa collaborazione dei cittadini- ha dichiarato Nicola Ciolini, presidente di Alia Servizi Ambientali– e la campagna di informazione estesa a tutte le utenze non domestiche che presto prenderà il via permetterà di valorizzare ancora di più i rifiuti prodotti giornalmente dalle aziende e dalla rete del commercio. Un servizio più mirato e puntuale ci aiuterà a combattere in modo più incisivo il fenomeno degli abbandoni, migliorando il decoro cittadino. Infine, stiamo accelerando sul progetto di adeguamento dell’Ecocentro di Quarrata, struttura indispensabile per rendere più facile e comodo il conferimento da parte dei cittadini di tutti quei rifiuti che non vanno al servizio stradale”.

[comune di quarrata]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email