QUARRATA. L’EX OSPEDALE CASELLI TORNA IN CONSIGLIO

I proprietari di “Casa Selezione” preannunciano una richiesta danni e il Sindaco coinvolge i consiglieri. “Insieme per Quarrata” presenta un’interrogazione
La facciata dell’ex Ospedale Caselli
La facciata dell’ex Ospedale Caselli

QUARRATA. Nella prossima seduta del consiglio comunale prevista lunedì 9 marzo alle ore 21 si tornerà a parlare anche dell’ex Ospedale Caselli. Il gruppo consiliare Insieme per Quarrata a questo proposito ha presentato una interrogazione relativa alla nota dell’avvocato Buiani di Pistoia (del 7 gennaio 2015) fatta pervenire dal sindaco Marco Mazzanti qualche giorno dopo essere stata protocollata in Comune a tutti i consiglieri comunali. Argomento della nota la “procedura aperta di ricerca immobile nel Comune di Quarrata da destinare a Casa della Salute”.

“Dalla nota inviata dall’avvocato Buiani – spiega il capogruppo di Insieme per Quarrata Alessandro Cialdi – si legge tra l’altro che si diffida l’A.S.L. n. 3 Pistoia a fornire entro e non oltre 15 giorni dal ricevimento della presente una risposta definitiva circa la volontà di acquisto dell’immobile offerto (Casa Selezione). Si capisce bene che l’avvocato ha agito per conto dei proprietari di “Casa Selezione” i quali si sono riservati di richiedere nelle sedi giudiziarie competenti il risarcimento dei danni subiti”.

Come noto “Casa Selezione” aveva partecipato alla procedura aperta indetta dall’Asl 3 di Pistoia per la ricerca dell’immobile da destinare a Casa della Salute. Nicola Gemignani, il proprietario dello stabile di via Montalbano era risultato il vincitore della procedura e in base al progetto presentato avrebbe destinato una parte dell’attuale “show room” a tale scopo investendo nel frattempo soldi per la progettazione e rinunciando ad affittare o a vendere parte della mostra.

“Nella nota – aggiunge Cialdi – si legge anche… è chiaro che l’Asl (o in via gradata lo stesso Comune) è tenuto a risarcire, tutti i danni cagionati al Sig. Nicola Gemignani e alla Soc. Casa Selezione…)”. Nell’interrogazione i consiglieri di Insieme per Quarrata “Visto il lasso di tempo trascorso” intendono in particolare conoscere dal sindaco o dall’assessore ai servizi sociali che sta seguendo da vicino la vicenda

  • 1) – Quali sono state le iniziative adottate dalla pubblica Amministrazione in merito
  • 2) – Se ci sono stati contatti e/o corrispondenza con la A.S.L. n. 3 di Pistoia in merito a quanto asserito dall’Avv. Buiani
  • 3) – Se il Sindaco e la Giunta hanno notizia se l’A.S.L. 3 ha risposto, ed in che modo, all’Avv. Buiani.

“Vogliamo Infine conoscere per quale motivo Sindaco e Giunta – conclude Alessandro Cialdi – si sono sentiti in dovere (giustamente) di inviare a tutti i consiglieri la lettera dell’Avv. Buiani ma non si sono sentìti in dovere di interpellare e quindi tenere in considerazione tutto il consiglio comunale, quando nelle segrete stanze, prendevano accordi con l’Asl 3 di Pistoia per autorizzare il mutamento della destinazione d’uso dell’ex Ospedale Caselli, al fine di consentire la monetizzazione ad A.S.L., tenendo quindi all’oscuro tutto il Consiglio Comunale, organo sovrano in queste circostanze che interessano tutta la collettività”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “QUARRATA. L’EX OSPEDALE CASELLI TORNA IN CONSIGLIO

Lascia un commento