quarrata. L’OLIO DEL MONTALBANO, QUELLO FATTO CON LE OLIVE

A Valenzatico una serata dedicata all'olio del Montalbano
A Valenzatico una serata dedicata all’olio del Montalbano

QUARRATA.L’oro verde del Montalbano”. Questo il titolo di una iniziativa prevista nella Villa Zaccanti di Valenzatico venerdì 27 novembre (ore 20) su proposta di “Agorà”, una associazione culturale, con sede a Quarrata, molto attiva sulle frontiere dell’attualità.

“Ed è decisamente attuale anche questo nostro incontro – spiega la presidente Renata Fabbri – anche in considerazione dell’ultimo scandalo, che purtroppo non è il primo, sull’olio extravergine d’oliva taroccato: uno scandalo che sta colpendo alcuni fra i marchi più grandi nella produzione di olio, ma uno scandalo che rilancia la necessità di valorizzare la vera cultura di uno fra i prodotti più antichi al mondo”.

Quello che Agorà chiama “oro verde” è infatti, molto semplicemente, l’olio: olio fatto con olive e con olive di una terra, il Montalbano, le colline tra Pistoia e Vinci, che da sempre si dà del tu con questo suo prodotto.

Il 27 novembre saranno un agronomo e un giornalista, Ugo Damerini e Alberto Cipriani, a confrontarsi sulla cultura dell’olio in un incontro preceduto da una degustazione (ultimi posti ancora disponibili. Prenotazione obbligatoria. Telefonare a 347 0935 980 oppure inviare email a agora.ccp@gmail.com ).

Ma il progetto di Agorà non si esaurisce con la degustazione del 27 novembre: da ottobre sono infatti partiti, con la collaborazione delle scuole e dell’amministrazione comunale, incontri nelle scuole medie del territorio con un concorso per i giovani studenti (“Il mio Montalbano”) e con uscite sulle colline curate da Claudia Cianferoni per scoprire i luoghi del Montalbano più vocati alla coltura dell’olivo.

Il volantino
Il volantino

Olio novo 2015” (questo il titolo generale di un progetto sostenuto dalla Fondazione Bcc di Vignole-Montagna Pistoiese-Pistoia e dalla Fondazione Giorgio Tesi Goup con il patrocinio del Comune di Quarrata e il sostegno di Villa Zaccanti) vedrà un’altra iniziativa in gennaio: una due giorni a fine mese con una collettiva di pittura, la mostra con gli elaborati delle 15 classi partecipanti al concorso, una introduzione alla degustazione dell’olio d’oliva, la premiazione del concorso scolastico e la presentazione di un libro (“Il contadino 2.0”) scritto dal giornalista toscano Riccardo Clementi per raccontare “modi nuovi di fare il contadino conciliando tradizione e innovazione”.

“Vogliamo far conoscere il Montalbano attraverso la cultura dell’olio extravergine d’oliva – sintetizza Renata Fabbri – un prodotto cioè che bene rappresenta e caratterizza le nostre colline”.

[mauro banchini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento