quarrata. MINESTRA SPIANATA IN CASA & PD: IL SINDACO ROMITI GIURA, MA NON SCORDIAMOCI CHE AVEVA FALSIFICATO LE AUTENTICAZIONI DI PIÙ DI 1000 FIRME DI ELETTORI TOSCANI

Fidàtevi voi di un primo cittadino con queste scarpe tirate a lucido. Io non ci riesco né punto né poco…


Pd? No, uomini di spettacolo

come certi grandi dell’umanità


 

I ricordi, queste ombre troppo lunghe | del nostro breve corpo, | questo strascico di morte | che noi lasciamo vivendo | i lugubri e durevoli ricordi, | eccoli già apparire: | melanconici e muti | fantasmi agitati da un vento funebre… [V. Cardarelli]

«Il sindaco e il presidente della provincia prestano davanti al consiglio, nella seduta di insediamento, il giuramento di osservare lealmente la Costituzione italiana»: art. 50 comma 11 del T.U.E.L. 267/2000.

Non sarebbe male che qualcuno spiegasse a Gabriele Romiti che, laddove si parla di Costituzione italiana, si fa riferimento anche all’art. 54, comma 2: «I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge».

Questo perché è bene rammentare a tutti che il signor sindaco entrante, quando era consigliere provinciale, è accertato che avesse autenticato più di 1000 firme di candidati per l’elezione del consiglio regionale toscano: firme risultate palesemente false. Se la cavò – è il caso di ricordarlo a chi lo sostiene e a chi si oppone a lui – solo perché Giorgio Napolitano promulgò l’indulto, ma il fatto resta. E non depone a suo vantaggio.

Si fidino i magistrati di Pistoia – come la Gip Martucci, il pubblico ministero Coletta o i sostituti Claudio Curreli e Giuseppe Grieco – di questi signorini a cui un popolo di impreparati affida le proprie sorti.

A Quarrata un falsario come Gabriele Romiti va a nozze con i dirigenti (almeno diversi) del Comune; e con certi suoi assessori che, per esempio, seguono l’edilizia ma commettono abusi edilizi (Simone Niccolai). E la procura tace.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]


Al suo attivo, però, il Romitino ha una tessera dell’Anpi: quella, in Italia, supera il Green Pass


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email