quarrata. “NON ACCETTIAMO RIMBROTTI DAL SINDACO MAZZANTI”, LA LEGA REPLICA ALLE ACCUSE RICEVUTE

Stefano Nigi e Giancarlo Noci: “Il primo cittadino spieghi in un confronto pubblico con noi quali sono state le mozioni irrealizzabili e strumentali che avremmo presentato in consiglio comunale”

La pagina 17 del “Giornale di Pistoia”

QUARRATA. Il capogruppo della Lega Salvini Premier di Quarrata Stefano Nigi replica alle dichiarazioni del sindaco di Quarrata Marco Mazzanti pubblicate sul “Giornale di Pistoia”  di venerdì 23 luglio scorso, rilasciate nell’ambito di un dibattito pubblico alla “Festa de L’Unità” a Olmi riguardanti il gruppo consiliare della Lega.

“A nostro avviso – spiega Nigi – tali dichiarazioni non possono  non avere un diritto di replica. Come prima cosa faccio notare che in alto nella prima pagina  riguardante Quarrata, nel consueto riquadro del pollice alzato (Up) e del pollice verso (Down) , il Sindaco  di Quarrata è fotografato in quello con il pollice alzato (Up) con questa motivazione: Alla Festa dell’Unita ha spiegato cosa fatto (tanto), aperto spiragli a tutta la  coalizione e rimbrottato il centrodestra: lo spirito guerriero resta”.

“Io questi rimbrotti da parte del Sindaco — risponde Giancarlo Noci (che oltre a essere consigliere comunale è lo storico segretario e coordinatore della Sezione della Lega a Quarrata) —non li ho mai sentiti. Probabilmente Mazzanti si sbaglia con qualcun altro. In merito poi alle tante cose che avrebbe fatto ci sarebbe molto da discutere. Forse si riferisce alla rimozione delle panchine durante la zona rossa o magari all’ordinanza che vieta di dare cibo ai piccioni”.

Nell’intervento emerso nel corso del dibattito (si veda in fondo all’articolo di pagina 17) il sindaco come virgolettato dal “Giornale di Pistoia” ha tirato in ballo il gruppo consiliare della Lega.

“Parto da un presupposto – ha dichiarato Mazzanti —che Quarrata sia un comune contendibile, elettoralmente parlando: si partirà da zero a zero. Ma quando la Lega in consiglio comunale propone mozioni difficilmente realizzabili chiedo sempre loro perché non attuino queste proposte nei Comuni che amministrano come Agliana, Pistoia o Serravalle. Il motivo è che spesso si tratta di idee difficilmente realizzabili nonché di atti strumentali. Il centrosinistra ha valori ben diversi dal centrodestra ed è attento alle esigenze della cittadinanza”.

“Mi sento il sacrosanto diritto–dovere di rispondere a queste affermazioni del Sindaco — continua il capogruppo della Lega Stefano Nigi – Il nostro gruppo consiliare nel corso di questo mandato ha portato all’attenzione del Consiglio Comunale almeno 4 o 5 suggerimenti al mese tramite mozioni e interrogazioni. Nessuna di queste può essere considerata a mio avviso nè strumentale né irrealizzabile.

Non è mai stata chiesta nè l’introduzione dello stato d’assedio, tanto meno la costruzione sul territorio comunale di autostrade, funivie, aeroporti internazionali, tranvie, fermate autobus con pensiline all’avanguardia con zona non fumatori (in caso servirebbero più  autobus prima di pensare alle pensiline).

Nella maggioranza dei casi il nostro gruppo consiliare ha richiesto di provvedere a mettere in sicurezza strade, scuole, cimiteri o edifici pubblici o di rendere più decorosi e puliti questi spazi pubblici in molti casi cercando di evitare incidenti a persone o danni alle cose che per mancato rispetto delle leggi e delle norme da parte dell’Amministrazione avrebbero poi portato a rivalse penali nei confronti di quest’ultima”.

“Un esempio su tutti  —continua Nigi – è la messa in sicurezza dell’ala G del Cimitero di Santallemura che aveva le ringhiere più basse di quanto previsto dalle norme e completamente distaccate dal cemento oltre le scale pericolanti.

Di esempi simili potrei citarne decine. Se poi le richieste della Lega sono cosi strane, bislacche, costose e irrealizzabili, il sindaco Mazzanti dovrebbe spiegare perché pur bocciandole in Consiglio poi si è affrettato a porle in essere. Anche qui potrei citare decine di esempi. Uno su tutti: la richiesta di illuminazione e installazione di telecamere esterne alla Scuola Don Puglisi di Via Santa Lucia, mozione presentata dalla collega Pamela Colombo bocciata in Consiglio con la motivazione che le priorità erano altre ma se andiamo a vedere adesso il palo della luce con tre telecamere è proprio dove la Lega aveva chiesto di metterlo!

Gli altri esempi potrebbero essere tanti e per non dilungarmi ulteriormente invito formalmente il Sindaco Marco Mazzanti a spiegarci in un incontro pubblico alla presenza dei giornalisti quali siano le nostre mozioni irrealizzabili, quali quelle strumentali e quali secondo il centrosinistra le esigenze della cittadinanza . Può scegliere data ora e luogo sia io che Giancarlo Noci siamo sempre disponibili al confronto leale e democratico anche in casa sua nel bunker del Reichskanzlei del Parco Verde”.

“In merito poi a quello che fanno nei Comuni di Pistoia, Agliana, Serravalle ma aggiungo anche Rocca Cannuccia – conclude Nigi — come ormai più volte ribadito in Consiglio non è competenza né di questo gruppo Consiliare né tanto meno del Sindaco di Quarrata”.

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email