quarrata. ORDINANZA DI RAZIONALIZZAZIONE DEL CONSUMO DI ACQUA POTABILE

Vietati gli usi impropri dal 22 giugno al 30 settembre 2022

Ordinanza anti sprechi

QUARRATA. Il sindaco di Quarrata ha emesso il 21 giugno 2022 l’ordinanza n. 126 “Razionalizzazione del consumo di acqua e divieto di uso improprio” a seguito degli esiti della quarta riunione dell’Osservatorio Permanente sugli Utilizzi Idrici — nel corso della quale è emerso il passaggio dalla severità idrica bassa a media — e della proposta dell’Autorità Idrica Toscana (AIT) di adottare nell’estate un atto di divieto di usi non essenziali dell’acqua potabile proveniente dall’acquedotto pubblico.

COSA STABILISCE L’ORDINANZA
Dal 22 giugno al 30 settembre 2022 sono vietati gli utilizzi impropri dell’acqua potabile proveniente dall’acquedotto pubblico. La cittadinanza dovrà evitare di usare tale risorsa per:
– riempire vasche da giardino, fontane ornamentali anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua
– lavare corti e piazzali
– lavare a casa veicoli a motore
– innaffiare giardini e prati
– riempire piscine private

In parallelo il sindaco invita la cittadinanza ad adottare ogni accorgimento al fine di risparmiare l acqua potabile, nel rispetto del Regolamento regionale 26 maggio 2008, n.29/R, ad esempio evitando di lasciar scorrere inutilmente l’acqua dal lavandino in bagno e in cucina.

LE SANZIONI
Qualora la Polizia Municipale o operatori di Publiacqua spa o altri organi di vigilanza delegati accertassero la violazione dei divieti descritti, è stabilita una sanzione amministrativa da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro.

PER INFO
Il responsabile del procedimento è l’ing. Andrea Casseri, tecnico del Servizio Lavori Pubblici, è a disposizione per chiarimenti sull’ordinanza ai seguenti recapiti a.casseri@comune.quarrata.pistoia.it tel. 0573 771 123.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email