quarrata. VIA I SANPIETRINI DA VIA MONTALBANO. L’ULTIMO TRATTO SARÀ ASFALTATO!

Il progetto, da 205 mila euro, è inserito nel bilancio 2023

L’area di intervento

QUARRATA. Stamani ha preso il via a Villa La Magia la prima tappa del percorso partecipativo per la rigenerazione urbana di via Montalbano. Intanto l’amministrazione comunale, dopo innumerevoli proteste da parte dei cittadini (l’ultima risale a qualche giorno fa ed è stata avanzata su Facebook da Mario Toncelli, ndr) ha deciso di porre rimedio alle condizioni della viabilità nell’ultimo tratto di via Montalbano che si immette in piazza Risorgimento approvando alla fine dello scorso anno un documento preliminare all’avvio della progettazione dei lavori di manutenzione straordinaria che prevede la rimozione dei sanpietrini e la sostituzione con altro materiale.

I tecnici del Comune hanno evidenziato infatti che la pavimentazione stradale in pietra (voluta dalla amministrazione Gori, ndr) risulta inadeguata rispetto all’attuale tipologia di traffico e ai flussi intensi che la strada deve sostenere quotidianamente. I

ll tratto era già stato riqualificato tra il 2005 e il 2010 e successivamente (sei —sette anni fa) l’amministrazione comunale era intervenuta con costosi interventi di manutenzione per ripristinare il selciato in cubetti di pietra di luserna “montati con disegno ad archi contrastanti” con la presenza di passaggi pedonali montati a file ortogonali e con pietra di trani (di colore bianco) e lo stemma comunale all’intersezione con piazza Risorgimento,

Le condizioni del pavè in via Montalbano

Il progetto redatto dall’Ufficio Lavori Pubblici del comune di  Quarrata per un importo complessivo di euro 205.000,00 già inserita all’interno del Programma triennale Lavori Pubblici 2023 -2025, nell’annualità 2023, prevede al posto dei sanpietrini la classica pavimentazione in conglomerato bituminoso, non rigida “più durevole e di facile manutenzione anche alla luce dei forti rialzi dei prezzi del materiale e delle lavorazioni che il comune dovrà sostenere in futuro”.
“Il progetto di rifacimento della pavimentazione — si legge nella documentazione allegata alla delibera — terrà conto dell’attuale contesto della strada con marciapiedi e finiture in pietra e pertanto la scelta è ricaduta su un tipo di conglomerato di tipo architettonico che faccia risaltare la colorazione dell’inerte scelto per la miscelazione”.

Oltre al rifacimento della pavimentazione stradale il progetto prevede anche interventi mirati alla sostituzione e ricostruzione di porzioni di marciapiedi e zanelle poste in continuità alla strada ed al rialzamento e allo sbassamento delle lapidi che dovessero risultare in difetto rispetto alle quote ed alle pendenze del nuovo pavimento bitumoso.

Leggi anche: quarrata. IL PAVÈ ALL’INGRESSO DELLA PIAZZA? UN DISASTRO! – Linea Libera

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email