quarrata. VILLA LA MAGIA, PERIZIA DI VARIANTE IN CORSO D’OPERA PER LA QUARTA FACCIATA

Nel corso dei lavori sono emersi interventi necessari per far fronte alla situazione di degrado di alcuni elementi sia della copertura che della facciata stessa che hanno comportato un incremento di spesa di circa 30 mila euro
La parete nord ovest della villa prima dei lavori

QUARRATA. Dovevano concludersi a giugno i lavori di restauro alla quarta facciata (quella di nord-ovest) della Villa Medicea La Magia ma in corso d’opera è stata necessaria una variante ai lavori.

Infatti a seguito del montaggio dei ponteggi e della completa accessibilità della copertura e dopo la demolizione dell’intonaco della facciata sono emersi una serie di interventi necessari più estesi rispetto a quanto considerato nella fase progettuale sia alla copertura, sia in corrispondenza delle esistenti fibre di carbonio che per quanto riguardava il materiale lapideo presente sulla facciata.

È stato necessario tra l’altro effettuare il completo rifacimento di alcune fasce di intonaco e muratura che costituivano le cornici delle finestre risultate nello strato interno di attacco al paramento murario in una situazione di degrado non rilevabile dai saggi e dall’esame della situazione della facciata effettuati prima dell’intervento.

La nuova perizia di variante ha dunque tenuto conto dei nuovi aspetti emersi durante i lavori e quindi ha comportato una serie di lavorazioni aggiuntive rispetto a quelle previste nel progetto definitivo-esecutivo originario redatto nel 2018 per la parte architettonica dall’architetto Riccardo Pallini e dall’architetto Paola Petruzzi e per la progettazione della sicurezza dall’ingegnere Iuri Gelli, tutti dipendenti del comune di Quarrata per una spesa complessiva di 200 mila euro. 

Villa Magia senza impalcature 3

L’importo contrattuale dei lavori ha quindi subito un incremento passando da euro 134.512.10 (compreso oneri della sicurezza ed al netto dell’Iva di legge) ad euro 161.397,17 (compreso oneri della sicurezza ed al netto dell’Iva di legge) con un incremento pari ad euro 26.885,07 (compreso oneri della sicurezza) oltre Iva al 10% per euro 2.688,51 e quindi per complessivi euro 29.573,58.

L’impresa appaltatrice – la ditta Bolloni Costruzioni srl di San Giuliano Terme (Pisa) — ha accettato l’esecuzione degli ulteriori lavori in variante, sottoscrivendone tutti i relativi elaborati e sottoscrivendo il verbale di concordamento dei nuovi prezzi. Allo stesso tempo è variata anche la somma complessiva destinata agli incentivi delle funzioni tecniche da ripartire fra il personale del Comune direttamente coinvolto nel procedimento di realizzazione dell’opera pubblica sulla base dei vari compiti e competenze nonché è stato adeguato l’incarico professionale di coordinamento della sicurezza per l’esecuzione.

Le facciate esterne della Villa necessitavano da tempo di un intervento di restauro finalizzato a migliorarne l’aspetto estetico e funzionale per ricondurlo alla situazione originaria; nel contempo era necessario evitare il peggioramento delle condizioni degli elementi della facciata, come gli intonaci, gli infissi, le modanature e gli elementi di decoro, sia in muratura che in pietra, e i canali di scarico delle acque piovane.

I lavori di restauro delle prime tre facciate esterne della Villa (quelle nord-est, sud-est e sud-ovest) si conclusero nel febbraio 2018; con l’opera in corso si andrà adesso a completare l’intervento con il restauro della quarta facciata.

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email