montemurlo. QUASI IN 10MILA ALLA “FESTA DELL’OLIO”

Folla alla Rocca di Montemurlo per la festa dell'Olio 2015
Alla Rocca di Montemurlo per la Festa dell’Olio 2015

MONTEMURLO. La “Festa dell’Olio 2015” fa il tutto esaurito. Da un calcolo approssimativo sono state circa 10mila le persone che hanno partecipato alle oltre venti iniziative della settimana dedicata all’olio.

Solo domenica 22 novembre, dalle 15 alle 17 sono state oltre 2mila le presenze in piazza della Rocca per il momento finale di una festa che ogni anno incontra il favore del pubblico.

Turisti che sono arrivati a Montemurlo da ogni parte d’Italia (dalla provincia di Bologna, da Roma, da Napoli) e del mondo, come Oleg e Irina Kouznetsov, russi di origine ma residenti negli Stati Uniti da oltre vent’anni, che hanno detto: “Siamo in vacanza in Italia e abbiamo scelto di venire alla festa dell’olio di Montemurlo per scoprire la cultura, i sapori e le tradizioni toscane”.

Tanti stand con prodotti locali
Tanti stand con prodotti locali

Tra gli stand allestiti in piazza Castello e lungo la strada che conduce alla rocca, infatti, i visitatori hanno potuto apprezzare il meglio del territorio: dall’artigianato tipico con il “cestaio” che ancora realizza a mano panieri e canestri, fino ai boscaioli dell’Abat, che con le loro motoseghe hanno “scolpito” piccole sculture in legno, mentre l’agro-alimentare ha proposto, attraverso i produttori locali, salumi, oli, formaggi, miele, vino.

Negli stand gastronomici per tutto il giorno c’è stata la distribuzione di minestra di pane, vino novello, fettunta e la bozza alle olive dei panificatori montemurlesi. Anche il frantoio di Rocca ha tenuto aperte le porte ai visitatori che hanno potuto scoprire i segreti della frangitura e comprare l’olio nuovo direttamente dal produttore.

“Siamo davvero molto contenti dell’esito di questa sedicesima festa dell’olio – dice Alessandro Franchi del Comitato Festa dell’olio –. Tutto è andato per il meglio. Grazie alla gente che ha partecipato e grazie a tutti i volontari e a tutte le associazioni che hanno aderito. Con il poco di tanti siamo riusciti a fare moltissimo’.

Grande successo per l'olio locale
Successo per l’olio locale

Tra i vari eventi “collaterali” della festa nella giornata di domenica il borgo della Rocca si è colorato dell’allegria del palio delle cariole dei rioni montemurlesi, della musica della Filarminica “Giuseppe Verdi” che ha tenuto nella pieve di San Giovanni il tradizionale concerto di santa Cecilia e della sfilata “Il trionfo dell’olio” del Gruppo storico con musici, sbandieratori, mangiatori di fuoco e giocolieri.

Tanta partecipazione anche alla prima “Camminolio” la passeggiata di circa 5km tra gli ulivi, organizzata da Luca Bonini e inserita nel calendario degli eventi.

“La festa dell’olio è un’occasione unica di promozione del territorio – ha concluso l’assessore Giuseppe Forastiero –. Un modo per far conoscere i prodotti di qualità del territorio e allo stesso tempo per promuovere Montemurlo come terra di cultura e di arte”.

Proprio sabato scorso nella pieve di San Giovanni Decollato sono stati inaugurati gli ultimi restauri finanziati grazie ai fondi raccolti con la Festa dell’olio e con il contributo del Comune.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento