RAPINA ALLA GELATERIA PARÈ, ARRESTATO 44ENNE

polizia

PISTOIA. Nella tarda serata di sabato scorso, la Polizia di Stato di Pistoia ha tratto in arresto S.F., cittadino italiano di 44 anni, residente a Pistoia, in esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. di Pistoia Luca Gaspari su richiesta del P.M. Linda Gambassi, poiché gravemente indiziato per la rapina commessa il 4 marzo 2018 ai danni della gelateria Parè, sita a Pistoia.

Come si ricorderà, in quella circostanza, nella tarda serata, un individuo completamente travisato e armato di pistola, si introduceva all’interno della gelateria sita in questo viale Pacinotti, a ridosso della zona centrale della città, e tenendo sotto la minaccia dell’arma il proprietario e la moglie si impossessava dell’incasso consistente in poche centinaia di euro. Il malvivente si dava quindi alla fuga a piedi in direzione del centro storico facendo perdere le proprie tracce.

La Squadra Mobile, intervenuta sul posto fin dalla stessa sera, attivava immediate indagini espletate anche attraverso l’analisi del filmato estratto dal sistema di ripresa dell’esercizio, e una capillare attività info – investigativa sul territorio e negli ambienti della tossicodipendenza ritenendo che l’atto delittuoso potesse essere riconducibile a quel contesto.

Nel giro di pochi giorni si riusciva a focalizzare l’attenzione sul pluripregiudicato e tossicodipendente S.F., il quale corrispondeva al rapinatore per le sue caratteristiche fisico – somatiche e pertanto nel pomeriggio del 14 marzo si procedeva a dare luogo a una perquisizione a suo carico che permetteva di rinvenire e sequestrare la fedele riproduzione di una pistola semiautomatica e di alcuni indumenti simili a quelli indossati dal malvivente all’atto della rapina.

Veniva comunque proseguita l’attività investigativa al fine di corroborare il quadro probatorio e all’esito della stessa il G.I.P. presso il Tribunale di Pistoia, accogliendo in pieno le tesi compendiate nell’informativa conclusiva redatta dalla Squadra Mobile, ha emesso la misura cautelare a suo carico.

Il predetto, dopo prolungate ricerche sul territorio, è stato rintracciato a Quarrata presso l’abitazione della compagna ed è stato quindi tratto in arresto in forza del citato provvedimento restrittivo.

Dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la propria abitazione di Pistoia dove dovrà permanere in regime di arresti domiciliari.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento