REAL: CON LA SUPERCOPPA TOSCANA UN FANTASTICO TRIS

Real e Supercoppa
Real e Supercoppa

AGLIANA. Strana bestia, il calcio. Ti vuol vedere in faccia, spesso riesce a fare quello che la giustizia non sa fare: giustizia giusta. E vera. Brutta bestia, il football. Ma, come ogni animale, migliore dell’uomo, che vive di miserie e opportunismo.

Così il Real Aglianese, al termine dell’annata agonistica più complicata della sua breve storia, cala un tris fantastico: successo nel campionato di serie C, con conseguente promozione in B, trionfo in Coppa Toscana (6-1, pur in 10 dal quarto d’ora, al Livorno Sorgenti), affermazione nettissima in Supercoppa Toscana (2-0 al solito Livorno e 4-0 al Don Bosco Fossone Carrara, in partite da 45 minuti l’una; nell’altra gara 0-0 tra labronici e apuani, con vittoria di questi ultimi ai calci di rigore).

Un Real che primeggia grazie a un allenatore/factotum, Armando Esposito, persona sanguigna e leale, capace di fare il passo secondo la gamba, a un gruppo di calciatrici di buona volontà, impreziosito da alcuni gioielli, a una dirigenza che via via va componendosi, a gente che pian piano sta ingrossando le file della tifoseria. Un Real che vince con stile, non costi quel che costi: un Real esempio per le bambine che si avvicinano al pallone al femminile.

Un Real ora seguito pure dagli amministratori pubblici. In campagna elettorale erano Alberto Guercini e l’assessore allo sport uscente, Fabrizio Magazzini, a farsi vedere (e fotografare) accanto alla squadra, dando un segnale importante a tutto il calcio donne, stavolta son stati i neo assessori Massimo Vannuccini e Valentina Noligni, rispettivamente allo sport e al bilancio/lavori pubblici, a incoraggiare la squadra prima dell’incontro con Livorno e il sindaco Giacomo Mangoni e ancora Guercini ad applaudirla durante la festa aglianese, al Circolo Rinascita.

Segno che l’opera del già citato Esposito, del massimo dirigente Claudio Di Ninni, del prezioso collaboratore Giampaolo Bonacchi, del vice presidente Filippo Polvani, dell’ex presidente ora segretaria Daniela Meli sta dando buoni frutti.

Non resta che menzionare coloro che hanno trasformato in realtà il sogno: Ester Mannucci, difensore adattato a portiere che fornito buone prove, difesa a tre, con da destra a sinistra, Samantha Orlandi, ragazza carina e simpatica, ma difensore arcigno, Claudia Puopolo, l’esperienza messa al servizio delle altre, e Clarissa Buracchi, eleganza ed energia, Aliaj Boralda davanti alla retroguardia, una forza della natura, centrocampo con la “puledrina” Natasha Carrozzo (bello osservarla correre sulla fascia), il diamantino Alice Bonacchi e il genietto Cristina Mariani, la preziosa Martina Maddaloni, la coppia d’attaccanti formata dalla pregevole “ballerina” Linda Gavagni e dall’estrosa Martina De Fazio.

E ancora le altre, da Miss Utilità Giulia Cusimano al talentino Giada Secchi, dalle due tenaci Marta Bugiani e Martina Qafoku alla promettente Virginia Ania per finire al “duo del sorriso”, le abili Chiara Bini e Veronica Lamparelli.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento