referendum. IL COMMENTO DEL SEGRETARIO TRALLORI

Riccardo Trallori
Riccardo Trallori

PISTOIA. L’esito del referendum è incontrovertibile. Salta immediatamente alla vista il dato sull’affluenza, davvero straordinario, e quello sull’esito chiaro e netto della vittoria del fronte del No.

Matteo Renzi si è dimesso perché il popolo italiano ha bocciato l’essenza viva di questa legislatura: la Riforma degli assetti istituzionali del Paese.

È stato sconfitto ed oggi dinanzi al Presidente Mattarella ha rassegnato le dimissioni. Spetterà proprio al Presidente della Repubblica guidare questa fase, proprio come la Costituzione prevede.

Mi auguro che si possa rapidamente votare una nuova legge elettorale, che permetta di garantire un minimo di governabilità, e che si vada al voto.

Al variegato fronte del No oltre all’onore della vittoria spetta l’onere di dover proporre e non più solo criticare o abbattere. Qui sarà il primo vero banco di prova.

Il Pd avrà così modo di discutere e valutare con responsabilità le proposte che verranno da quel fronte così euforico quanto diverso.

A livello provinciale il “Sì” si mantiene in linea con il dato toscano, confermando la vittoria con 85000 voti in termini assoluti e 52 punti percentuali. Un voto che nella nostra provincia ha visto l’affermarsi del Sì, con esiti disomogenei nei diversi territori.

Adesso si apre una fase nuova e delicata ed il nostro compito è quello di portare avanti le nostre idee e le nostre battaglie a testa alta, convinti che questi mesi di impegno siano serviti per seminare e per riaccendere un dibattito civico sulla Costituzione che da tempo era assente.

Riccardo Trallori
Segretario Prov.le Pd Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “referendum. IL COMMENTO DEL SEGRETARIO TRALLORI

Lascia un commento