regolamenti (denojantri). RSU, INCAPACI E MANOVRATE?

Le vicende del Regolamento del Servizio associato di Pm è di tale portata da impegnarci in una lettura dei retroscena operativo: chi ha taciuto, perché l’ha fatto? Vediamo il profilo operativo delle Rsu dei due Comuni

La vicenda del regolamento “servizi associati” registra un inatteso successo tra le forze di Polizia e non solo municipali. Sembra che il caso sarà destinato  alle citazioni accademiche su come non fare “sindacato”. Vediamo meglio la formazione delle Rsu dei Comuni, trovate con le dita nella marmellata

Silvia Biagini, Fp Cgil: silenzio tombale.

MONTALE —AGLIANA.  Occupandoci della sequela delle illegittimità e incostituzionalità del Regolamento fregananninestiano e abbiamo raccolto alcune informazioni sulle componenti delle Rsu dei due Comuni, ovvero di due organismi che sembrano aver clamorosamente dimostrato un’inerzia che lascia supporre di più che una semplice superficialità e incompetenza.

A contorno è da rilevare la splendida serie di incongruenze sull’organizzazione del Servizio associato, che vede il Comune di Montale designato quale “Comune capofila” ancorché, rispetto ad Agliana, abbia solo una cosa prevalente: l’altezza sul livello del mare.

Rino Fragai: manovratore?

Qual è stato il motivo che ha avrebbe permesso al manovratore Fragai di designare quale conduttore l’Ente che ha la sede più piccola e con meno vani, l’organico più piccolo e residenti pari a due terzi di quelli di Agliana?

Sembra che la causa sia riconducibile alle problematiche che aleggiano – come un fantasma – sopra al Comune di Agliana e che riconducono alle vicende giudiziarie che il già “ottimo” Comandante Nesti (che ci dice Porciatti, di aver saputo dallo stesso Nesti, che il 31 c’è una ulteriore udienza in Tribunale) ha incardinato contro l’Amministrazione e che prospetta vari esiti di portata coercitiva per l’ammontare di seicentomila euro di risarcimenti!

A Montale, il parere “favorevole” è stato fortemente sollecitato dal Betti e Fragai e dall’Avvocato “nuora in Comuni associati” Rachele Santini, dopo che le opposizioni di Obiettivo Agliana e Fratelli d’Italia chiesero la verifica congiunta delle OO. SS. per la tutela dei diritti dei lavori (cosa che una volta chiedevano le sinistre, oggi scomparse). Il confronto è stato poi risolutamente negato dall’ottimo commissario Fr(e)gai che non lo voleva a prescindere. A lui, bastava il parere Rsu interne, perché “tutto andava bene, Madama la Marchesa”,  e “nessuna partecipazione diretta era prevista in commissione “come scriverà il geniale Rino, alla Presidente Avvocato e nuora giurista, in una mail inviata ai consiglieri comunali, che vi pubblicheremo presto.

E questa, cari lettori, non è fantapolitica, ma realpolitik: perché le Rsu non hanno fatto una riunione “associata” e neanche con i “ragazzi della Pm” dove avrebbero trovato da definire argomenti che il Betti e il Fragai e gli altri tre, non volevano evidenziare. Mancava il tempo per indire una riunione? Il Regolamento era stato “battezzato e unto” con il parere di Fr(e)gai? What else?

L’Avv. Rachele Santini: “nuora in Comuni” (associati)

Le Rsu sono così costituite ad Agliana:

Daria Minighetti (educatrice asilo nido Uil), Santimone Donatella (educatrice asilo nido Cisl), Matteini Riccardo (ex cuoco addetto ai servizi portineria Cgil), Ornella Pellegrineschi Cgil (tecnico Ufficio tecnico coordinatrice RSU Agliana), Vuono Amalia Barbara (Cgil agente di polizia municipale, che – non è un dettaglio – ha una laurea in materie giuridiche e già dimessasi il 18 scorso).

Nessun segno di crisi nelle Rsu di Montale che sono così organizzate:

Monfardini Laila (addetta servizi economato Cgil, suocera della Consigliera Pd e Presidente della Commissione 1 Rachele Santini e dunque anche di una della potenti 4M del Pd aglianese), Pagnini Daniele istruttore amministrativo anagrafe Cisl, Innocenti Pausetti Stefano istruttore amministrativo Urp CGIL e Brachi Maria Bernadette per Cgil (educatrice e sorella di un sindacalista con il pedigree, tale Andrea Brachi della Cgil: un nome, una garanzia).

Ferdinando Betti

A Montale nessun vigile è stato interpellato dalla RSU, mentre ad Agliana, solo alcuni (fortunati o sfortunati?) hanno avuto modo di vedere qualche pagina del famigerato Regolamento SA nelle mani di un sindacalista che non ha rilasciato copia a nessuno.

La Monfardini, di Montale, sollecitata da Betti e Fragai, garantiva regolarità e correttezza a tutti sul documento in esame: serviva infatti uno scontato parere favorevole per non ostacolare i tempi del consiglio comunale. Ecco perché è stato dato parere positivo senza neanche leggere il documento!

Ornella Pellegrineschi. Ma chi avrebbe coordinato?

Queste le preparazioni e competenze delle Rsu dei due Enti e Rino, ottimo commissario dem lo sapeva bene. Hanno capito adesso i Commissari perché a Rino bastava, e avanzava, il consenso superficiale e approssimativo delle Rsu (superficiali e a nostro pare anche incompetenti) e perché, non voleva le più preparate revisione delle garantiste OO. SS. Provinciali?

Amalia Barbara Vuono, membro Rsu dimessa per motivi personali (!)

 

La giurista di freschi studi Amalia Vuono ha sostenuto il regolamento, nonostante le numerose incongruenze e criticità senza addirittura rilevare l’innovativa e abnorme figura dell’agente addetto al “coordinamento e controllo” che avrebbe nominato d’Ufficio la Nanni.

Che ci dice oggi su tale soggetto chimerico, che la legge non prevede nemmeno?  La sindacalista aveva in mano la luna e ha guardato solo al dito.

Chi vivrà vedrà, anzi leggerà le probabili sentenze del Tar o della Corte Costituzionale, se ne ricorrerà l’esigenza, considerando che le spese legali le pagano i cittadini, as usual.

Il fiume delle nefandezze gonfia, come nella imminente stagione delle piogge. Noi, stiamo seduti sua riva e aspettiamo.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “regolamenti (denojantri). RSU, INCAPACI E MANOVRATE?

Lascia un commento