rifiuti. AUDIZIONI DELLA COMMISSIONE D’INCHIESTA E SEQUESTRO IMPIANTO TMB

Giornata nera in Ato Centro e Tirrenico. Nel frattempo che venivano udite le relazioni di due Magistrati Capo delle Procure di Pistoia e Livorno, venivano posti i sigilli all’impianto di compostaggio di Case Passerini su disposizione del Gip di Firenze

 

Il Procuratore Capo di Livorno Ettore Squillace Greco

ROMA-FIRENZE. La Commissione Parlamentare bicamerale sugli illeciti sui rifiuti prosegue i suoi lavori a ritmo serrato e ieri, 18 dicembre, ha udito le relazioni dei Procuratori capo delle Repubbliche di Pistoia e Livorno Dott. Paolo Canessa e il Dott. Ettore Squillace Greco sulle quali è stato apposta la secretazione per i comprensibili motivi di tutela del segreto istruttorio.

Il Procuratore Capo di Pistoia, Dott. Paolo Canessa

Nel frattempo – l’audizione si è tenuta nel pomeriggio – presso l’impianto di compostaggio per il trattamento meccanico biologico dei rifiuti di Alia servizi spa di Case Passerini, è stato disposto il sequestro dell’impianto di compostaggio dei rifiuti su disposizione del Gip di Firenze Alessandro Moneti.

Si parla di gravi errori nella gestione dell’impianto Tmb (trattamento meccanico biologico) con frode in commercio ed emissione di cattivi odori in danno dei residenti della zona e di una dozzina di aziende agricole che avrebbero comprato oltre 500 tonnellate di compost inquinato da vetri, metalli e materie plastiche.

L’impianto di compostaggio “Tmb” deve lavorare sempre in depressione per evitare la fuoriuscita dei gas di produzione del compost, ma ciò non sembra avvenisse regolarmente.

Livio Giannotti Ad di Alia spa

Tra gli indagati ci sarebbe il Dg di Alia Livio Giannotti e il responsabile dell’impianto Franco Cristo che con malagestione avrebbero consentito il mancato conferimento in discarica dei rifiuti non compostabili con un risparmio per Alia di oltre 100.000 euro. L’impianto verrà ora affidato all’agenzia regionale Arpat per la gestione straordinaria post sequestro.

Insomma una giornata davvero da dimenticare per i quadri dei vari impianti e società partecipate nella gestione dei rifiuti dell’Ato Centro e Costiero.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento