rifiuti tessili nei cassonetti. INTERVENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE A CHIESINA MONTALESE

Alcuni dei sacchi neri rinvenuti dalla Polizia Municipale di Pistoia

PISTOIA. Nei giorni scorsi una pattuglia della Polizia Municipale di Pistoia ha intercettato nel tardo pomeriggio un furgone il cui conducente era intento a scaricare rifiuti tessili nei cassonetti di Chiesina Montalese.

I rifiuti si trovavano in cinque sacchi neri grandi del peso totale di circa 125 kg.

Il furgone che trasportava i rifiuti è stato sequestrato e il conducente, un uomo di ventotto anni, è stato deferito all’autorità giudiziaria.

Per il giovane è scattata la denuncia ai sensi del Testo Unico ambientale e adesso rischia da 6 mesi a 4 anni di reclusione, oltre ad una multa da 10 mila a 30 mila euro. I sacchi sono stati posti sotto sequestro.

Il fenomeno dell’abbandono degli scarti tessili sul territorio pistoiese, che alla ditta che smaltisce illegalmente costa circa 60 euro per mille chili di rifiuti, come accertato dalle attività della Polizia Municipale, è stato al centro di recenti incontri tra il Comandante dei vigili urbani, Sergio Bedessi, e l’assessore all’ambiente Gianna Risaliti, a seguito dei quali sono stati intensificati i controlli sul fronte ambientale.

Un’azione importante che, per arrivare a delle soluzioni, necessita di significativi interventi da parte di tutti i Comuni e degli enti coinvolti in un fenomeno ormai diffuso tra Firenze, Prato e Pistoia.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento