ritagli. BENE GIANNI, MA L’IMPIANTO ILLUMINAZIONE?

Magazzini, Antonio Papi (patron di Agisport), la Sindaca Campolini e Fontana nel 2013

AGLIANA. Comprendiamo le proteste di Gianni Doni contro Antonio Papi per l’increscioso disservizio causato all’Aglianese, privata dei campi sportivi per dei lavori di manutenzione.

Ci fa piacere, sapere che il presidente Doni, protesti per una cosa temporanea, quanto importante e ci permettiamo dunque, di fargli presente che ha ben altri e maggiori motivi per protestare: la mancata dotazione dell’impianto di illuminazione del sussidiario Barontini, contrattualmente prevista e mai consegnata con un grave danno erariale (circa 90.000 euro) e funzionale per  fruitori.

Agisport, aveva vinto la gara di aggiudicazione della gestione del complesso sportivo introducendo la clausola di realizzazione dell’impianto di illuminazione per il sussidiario entro il 31 Dicembre 2015, termine dell’affidamento dell’appalto.

L’area dello Stadio Bellucci a Agliana

L’impianto, non è però mai stato consegnato e i giovani allievi, non possono fare gli allenamenti o le partite nelle fasce orarie notturne, con buona pace del dirigente che ebbe a stendere la specifica prescrizione tecnica, certamente costrittiva e non equivocabile.

Il 5 ottobre 2017, la Guardia di Finanza si è presentata in Comune per ritirare gli atti della vicenda e consegnarli alla Corte dei Conti, che ancora non ha statuito.

Allora, Gianni, pensaci tu! Il Presidente potrebbe esternare anche la sua protesta più ufficiale all’Amministrazione dem di Giacomo Mangoni, che ha eluso le sanzioni e le intimazioni di ristoro del danno nei confronti della Agisport.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento