ritagli. LOGLI, UNO DI LORO

Lo avevamo previsto: i "ristori economici" per i danni ambientali, restano a Montale, i microinquinanti organici e le polveri fini, invece, si dividono sui Comuni della piana
estratto da La Nazione del 9.11

MONTALE. Questo ritaglio è insolito.

La notizia è stata anestetizzata anche dall’opposizione di Montale che, questa volta s’abbraccia con la Giunta bettiana: i 352mila euro dei ristori ambientali, restano a Montale.

Chiaro che anche l’opposizione è d’accordo: i vaini, sono vaini, dicono a Livorno, e se poi restano in casa, l’affare è fatto.

Planimetria del modello delle ricadute dei microinquinanti

Il vicesindaco Emanuele Logli, mentre si sta preparando a insediarsi al Comune di Quarrata (dirigente d’area), grazie al superamento di un meritato concorso, vuole lasciare un buon ricordo di se e ribadisce quanto comunque fissato ex lege, (dall’Ato denojantri): i 352 mila stanno in Comune a Montale.

Noi, non avevamo dubbio, e l’abbiamo già scritto.

Resta da capire se la vicenda è eticamente giustificata, ovvero moralmente sopportabile, ancorché abbia il sigillo dell’Ato che ha dato la sua approvazione sulla correttezza amministrativa dell’erogazione.

I cittadini di Montemurlo, Agliana, Prato, Pistoia e Quarrata, possono darsi pace e rassegnarsi ad attendere l’esito dell’indagine epidemiologica, che non verrà mai.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “ritagli. LOGLI, UNO DI LORO

Lascia un commento