ritagli. SOLO UN INCIDENTE O COSA?

La vicenda della morte di Riccardo Magherini, morto “naturalmente” dopo un indispensabile arresto di polizia, si ripete oggi a Empoli con un extracomunitario: la sinistra scenderà in piazza anche per lui o farà una discriminazione razziale?

 

Polizia di Stato

EMPOLI. Siamo a registrare un ennesimo episodio di morte, seguita dopo un arresto di un extracomunitario che aveva dato dimostrazione di incontinenza e ribellione fisica, così come fece il fiorentino Riccardo Magherini: un caso questo da manuale di Diritto penale che ha visto chiaro l’effetto del condizionamento ambientale su un processo con alta pressione mediatica.

Al processo di Appello tenuto a Firenze, il Comandante dei Carabinieri incriminati, Tenente Colonello Francesco Cattaneo subì un accurato e insistente interrogatorio durato oltre due ore in una aula giudiziaria assiepata – come una curva Fiesole – da tifosi dell’accusa (rappresentata, chissà come, dallo stesso Pm del processo di primo grado, che sfiga!), tutti con indosso le magliette inneggianti Richy e la sollecitazione di una condanna nei manifesti fuori nel piazzale.

Questa volta, la morte sopraggiunge a Empoli per un marocchino, anche lui esordito

Lamiae Chriqi, uccisa e discriminata dalle femministe di “Metoo” &C.

in una sciagurata reazione pericolosa che ha impegnato gli agenti in misure di continenza indispensabili ad evitare il peggio.

Anche qui, ci sarà probabilmente un inchiesta e forse un processo, ma viene da chiederci se la sinistra popolare – quella anarchica e giustizialista più veemente – farà le stesse manifestazioni nelle piazze, promuoverà petizioni, alzerà striscioni (è successo al Franchi) e scriverà miliardi di byte contro le autorità di Pubblica Sicurezza che, nel caso dello sfortunato Riccardo Magherini, hanno fatto solo il loro mestiere in modo professionalmente ineccepibile in difesa della comunità, quale devono fare dei servitori dello Stato di diritto. What else?

Spiace constatare che i tre Carabinieri siano stati costretti a percorrere ben tre livelli di giudizio, per ottenere la giusta assoluzione dalla Suprema Corte di Appello a Roma e di grande pregio è la lettura degli atti del processo che dimostrano la correttezza motivazionale dei Giudici di S.C. di Cassazione.

Non l’avete letta? Leggetevela!

Ci sarà discriminazione a Empoli?

Vedremo nei prossimi giorni, se le fazioni della sinistra ideologizzata che aborre il razzismo, sarà impegnata a esercitarsi nelle medesime proteste e manifestazioni che ha espresso per un lustro nel caso di Riccardo o se, diversamente, cadrà in contraddizione scriminando la morte dello sfortunato marocchino, perfettamente sovrapponibile a caso del più autoctono Riccardo, morto per cause naturali non riconducibili all’arresto.

Non è questo il primo caso che abbiamo registrato sempre per l’omicidio – questa volta acclarato – di una giovane donna marocchina Lamiae Chrquì, alloggiata con il marito a Sammommè e uccisa da un connazionale.

Il motto dura lex, sed lex, vale anche per i fiorentini e, se è vero che Maresca è a Pistoia, Empoli – lo ricordiamo ai distratti – è tutt’ora in Provincia di Firenze.

A maiora.

[Alessandro Romiti]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento