ritiro militari. LA VITA (M5S): “IL SINDACO BIFFONI E LA SUA SCHIZZOFRENIA POLITICA E QUELLA DEL PD”

Per la capolista e capogruppo consiliare pentastellata Prato ha bisogno di un aumento dell'organico di Polizia, Carabinieri e Polizia Municipale
I militari alla stazione del Serraglio

PRATO. Ancora una volta il Sindaco Biffoni ci dimostra tutta la sua schizzofrenia politica e quella del Pd.

Nel 2014 in campagna elettorale Biffoni sosteneva che i militari fossero inutili; nel 2015 quando il governo Renzi decide per il loro ritiro, Biffoni appoggia tale scelta, supportato dai suoi consiglieri comunali.

Silvia La Vita

Qualche mese fa, davanti alla nostra richiesta di istituire una pattuglia di vigili urbani a presidiare il centro storico in orario serale e notturno, il vice sindaco ci risponde che il Pd è contrario perchè non vogliono una militarizzazione del centro.

E i militari in centro storico con camionetta e mitra dunque che cosa sono per loro? 

I militari erano stati mandati dal governo per occuparsi di terrorismo, non di sicurezza, tant’e’ che non hanno possibilità d’intervento in autonomia ma devono sempre avvertire le forze dell’ordine. Evidentemente un problema terrorismo nella nostra città ad oggi non c’è.

Invece di scagliarsi in maniera incomprensibile contro le scelte del governo, Biffoni ci spieghi come mai in 5 anni di mandato avendo avuto un governo presidiato dal suo amico Renzi non sia mai riuscito ad ottenere un aumento dell’organico sia per quanto riguarda Polizia e Carabinieri sia per la Polizia Municipale, nè per quale motivo non ha mai rispettato la promessa di istituire i vigili di quartiere.

Questo è ciò di cui Prato ha bisogno, più agenti per il controllo e il presidio del territorio.

Silvia La Vita M5S Prato

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email