“RITRATTI DALL’INFANZIA VIOLATA”, LE FOTOGRAFIE DI BERTELLI

“Scatti dall’infanzia violata”
“Scatti dall’infanzia violata”

PISTOIA. Dopo pochi giorni dalla visita di Ferdinando Scianna in occasione del Festival Dialoghi sull’uomo, Pistoia si prepara ad accogliere un altro grande fotografo, Pino Bertelli, che sarà ospite dell’Art Corner alla biblioteca San Giorgio giovedì 10 giugno alle 17 in sala Bigongiari per l’apertura della mostra “Ritratti dall’infanzia violata”.

L’incontro con Pino Bertelli è il lancio di una nuova formula voluta fortemente dalla direzione artistica di Art Corner per trasformare le mostre in momenti d’incontro e condivisione.

Ci sarà la proiezione dell’intero lavoro dell’autore nelle cave di pietra del Burkina Faso, da cui una selezione sarà in mostra fino al 31 luglio.

“Ritratti dall’infanzia violata” è un racconto di sei fotografie che vanno scrutate, osservate, come l’autore ci racconta.“Nostra bambina delle lacrime” è il ritratto fotografico di un’orfana.

“…teneva nelle mani un po’ di caramelle che le avevano “gettato” dal pullman alcuni “fedeli” e che non mangiava… stava schiacciata dietro il muro della chiesa… sul rosso del tramonto e un cane rognoso le leccava le croste dei “ginocchi”.

Le ho parlato in toscano stretto e lei mi ha risposto qualche cosa in swahili… ci siamo compresi subito… e ci siamo allontanati dall’odore dell’incenso…”.

Pino Bertelli è nato in una città fabbrica della Toscana, tra il mio corpo ti scalderà e Roma città aperta.

Dottore in niente, fotografo di strada, film-maker, critico di cinema e fotografia.

È uno dei punti centrali della critica radicale e situazionista.

Direttore responsabile della rivista Tracce e del giornale online Stile Libero.

Pier Paolo Pasolini, maestro e amico, gli ha regalato la prima macchina fotografica quando aveva quindici anni.

Nel 1999 gli è stato conferito il “Premio Castiglioncello” per la fotografia sociale, nel 2004 il “Premio Internazionale Orvieto” per il miglior libro reportage, Chernobyl. Ritratti dell’infanzia contaminata, nel 2014 il “Premio Vittorio Giorgini”.

Una selezione delle sua fotografie è nella Galleria degli Uffizi di Firenze.

[felisia toscano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento