salvate i compagni G! Il PD NON ABBANDONA MAI I SUOI FEDELISSIMI

Il Comune di San Marcello ripesca la Segretaria Donatella D’Amico. Il Sindaco Marmo provvede a una celebrazione di circostanza, ma qualcosa non torna proprio...
La Segretaria Donatella D’Amico è stata richiamata dall’Anac con due procedimenti

 

SAN MARCELLO. L’articolo di oggi sul Tirreno ci riporta le “lodi” che il Sindaco Luca Marmo ha espresso sull’arrivo della Fata Smemorina, alias la Segretaria comunale di Agliana, Donatella D’Amico.

Ma esaminiamo bene i fatti: le amministrazioni dei Comuni montani sono state due anni senza la figura del segretario comunale e non è successo alcun disastro oltre a quello di avere un governo Pd, come bene abbiamo espresso nel nostro articolo dedicato all’insediamento della D’Amico.

Benesperi l’ha sollevata dopo un mese esatto

Ad Agliana la D’amico è stata sollevata dal suo incarico lo scorso luglio, appena un mese dopo l’insediamento della giunta di Luca Benesperi.

Si lamentò dicendo che vedeva minacciato il suo reddito e il cumulo di contributi per la pensione.

Ma i cittadini, che le hanno pagato dei lauti stipendi per anni, avrebbero o no ragione di vedersi riconoscere il rimborso dei danni accumulati per i tempi dalla gestione “Pd-D’Amico”?

Il Sindaco Benesperi sapeva bene chi aveva nell’ufficio di “consulente giuridico” della sua amministrazione: il nostro giornale ha una ricca antologia di incidenti ed errori direttamente ignorate – dunque sopportate e tollerate – della Dott.ssa D’Amico, che è stata capace di prendersi dei compensi (è a scavalco con il Comune di Ferdinando Betti) fino – si dice – a 130.000 annui, inclusi i premi e rimborsi di spesa per atti stipulati.

Luca Marmo spera che la nuova segretaria favorisca la buona amministrazione: ma almeno la racconti tutta senza nulla tacere!

Il Sindaco Marmo “tira un sospiro di sollievo”, ma altrettanto farà la D’Amico che così vede salva la sua copertura di contributi pensionistici per una ricchissima pensione, assicurata dagli stipendi versati con i quattrini dei cittadini del Comune del Mont-Ana e, dal 1° di ottobre, anche da San Marcello.

Il Tirreno, dal canto suo, è davvero correct, ma non ci sorprende affatto: non cita mai la sede di provenienza della Segretaria, Agliana; non s’avesse mai a evidenziare qualche notizia di ombreggiamento della “tanto efficiente” professionista molto celebrata dall’ipocrisia falsificante di Luca Marmo, che sembra non sapere affatto che la stessa, dal 2010, non ha saputo insediare la Commissione disciplinare, impedire le azioni in conflitto di interesse del Magnanensi (la vicenda della pubblicità su Tvl), interrompere la posizione organizzativa all’illegittimo Comandante Nesti, impedire gli sprechi inauditi di quattrini pubblici, consentire spostamenti di personale non dovuti e altre numerose amenità, che a Montale, fanno il loro trionfo con la recente vicenda del Carbonizzo di Fognano.

Il Tirreno non cita mai Agliana

La conclusione è una sola: il Pd, come l’esercito degli Stati Uniti d’America, non lascia solo nessun suo soldato Ryan e provvede a una sistemazione a chiunque abbia servito bene e fedelmente la causa del partito anche sui viottoli dell’illegalità.

O avete qualche altra spiegazione di questo miracoloso insediamento montanino, avvenuto dopo due anni di vuoto e avvolto in tanta ipocrisia?

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]
Diritto di cronaca e di critica


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “salvate i compagni G! Il PD NON ABBANDONA MAI I SUOI FEDELISSIMI

Comments are closed.