SALVIAMO LA SANTISSIMA ANNUNZIATA!

Un libro storico sull’Annunziata
Un libro storico sull’Annunziata

PISTOIA. «Dove vai? Vo alla Santissima!». Ieri pomeriggio, 20 settembre, siamo tornati alla Santissima Annunziata per ascoltare il bel concerto organizzato dal dott. Augustine Iroatulam, davanti a quasi trecento spettatori attenti e partecipi e con un nobile obiettivo, quello di raccogliere fondi per restituire la chiesa e il chiostro alla fruibilità dei parrocchiani ed ai ricordi, innumerevoli, di coloro che in quella chiesa ed in quel chiostro sono transitati nel tempo.

È inutile nasconderci che l’abbandono dei locali si percepisce anche da alcune finestre aperte che si affacciano sul Chiostro dove tanti anni or sono don Pellegrino ci lanciava le sigarette, padre Celestino faceva un po’ il burbero, a differenza di padre Bottai e padre Pucci, che si “imbrancavano” volentieri con noi ragazzi.

Anche ladri e sacrileghi hanno imperversato ultimamente nella Chiesa, rubando calici e quant’altro di possibile vendita: urge che gli amici della Santissima (così li chiamerò d’ora in poi) si diano da fare per rendere la vita ad un pezzo di storia e di cultura che questi locali testimoniano e, soprattutto, per rigenerare una parrocchia.

Come pure è necessario che enti e associazioni – Fondazione Caripit in prima fila – si adoperino per sostenere lo sforzo del dott. Augustine, del Coro Internazionale di Pistoia che dirige, e del The Mountain Gospel Choir di San Marcello Pistoiese venuto a dare una mano, si sono prefissi.

La partecipazione dei negozi del circondario e dei volontari della parrocchia, che hanno permesso l’allestimento di un buffet al termine dell’esibizione, ci inducono a pensare che la Santissima sia molto più di un luogo di ricordi e che il suo cuore possa tornare presto a battere in sintonia con il quasi contiguo Tempio di don Siro Butelli: due strutture – chiesa e Tempio – dalle quali sono transitate generazioni di giovani che non dimenticano.

Non è mancato neppure il dovuto ricordo da parte di due ex ragazzi della Santissima: il dott. Pier Giorgio Caselli e il dott. Paolo Caselli, quest’ultimo ancora parrocchiano.

Lunetta affrescata all’Annunziata
Lunetta affrescata all’Annunziata

Personalmente un grazie di cuore al dott. Augustine che ci ha tolto un po’ di polvere della memoria di dosso; agli amici della Santissima un grazie per averci fatto comprendere che anche se il portone della chiesa – con Chiostro annesso – è da tempo chiuso, dentro operano ancora persone che si impegnano per rendere dignità e operatività a questa parrocchia.
Per la pubblicizzazione di tutte le iniziative future, atte a raggiungere lo scopo della riapertura, il direttore di questo quotidiano offre la piena disponibilità; per trovare un nuovo parroco, affidiamoci alla Divina Provvidenza. Possiamo però poter dire che chi ben comincia è alla metà dell’opera!

Vorremmo anche poter dire, e lo diciamo: vengo anch’io!

P.S. Qualcuno potrebbe aprire un gruppo “Amici della Santissima” su facebook?

Le offerte possono essere indirizzate a: codice IBAN IT68W0626013800000323622C00 Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia S.p.A., intestato a “Parrocchia Santissima Annunziata”.

Sacrica e stampa il documento che segue e portalo alla tua banca: PER VERSARE UN CONTRIBUTO

Scarica le Foto SS Annunziata PT [Roberto Morassi] – 20 settembre 2014

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento